Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Gene92 condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere Gene92, aggiungilo agli amici adesso.

Gene92
Cover Crash Bandicoot 4: It's About Time per PS4

Il non plus-ultra della serie?

Giocando a Crash 4 si ha l'impressione che gli sviluppatori abbiano colto alla grande quali siano stati negli anni i punti cardine che i fan adoravano ed gli errori compiuti al termine dell'era Naughty Dog.
Vi anticipo subito che non lo ritengo un capitolo perfetto (o quasi perfetto): ci sono alcuni aspetti che avrei gestito in modo diverso, ma ne parlerò alla fine.
Partendo dai tantissimi lati positivi: è Crash, bello da vedere, frenetico, divertente, impegnativo ed enorme (per il suo genere).
Da portare nelle scuole di Game-design sicuramente la perfetta progressione del level-design: i livelli si rinnovano continuamente (sia esteticamente che come dinamiche) ma si prendono sempre il tempo giusto per insegnarti le novità, per poi mixare il tutto (è una tecnica adottata da tutti, ovvio, ma qua è riuscita particolarmente bene).
Le maschere quantiche in particolare creano veramente un sacco di situazioni diverse, così come i personaggi nuovi (anche se purtroppo hanno pochi ed appositi livelli).
Azzeccatissima anche la scelta di lasciar scegliere al giocatore se usare le vite (come nei vecchi giochi) o ripartire automaticamente dall'ultimo checkpoint (in questo caso i frutti wumpa diventano un po' inutili però). Questa possibilità migliora l'accessibilità per ottenere almeno il primo finale.
E da qui mi aggancio al difetto principale del gioco: la difficoltà è eccessiva. La ritengo tale perché, per come la vedo, il gioco sarebbe dovuto essere destinato anche ad un pubblico molto giovane, cosa che invece non è affatto. Io avrei fatto come in Warped, ovvero gli ultimi livelli (che hanno un picco di difficoltà assurdo) li avrei messi segreti così da non poter costituire un muro per i più giovani o per i giocatori meno skillati. Se già il titolo non è così scontato da terminare, figuriamoci completare tutto, qua diventa veramente folle; soprattutto perché i livelli sono molto più lunghi rispetto ai classici dei titoli Naughty, quindi prendere i massimi riconoscimenti è intrinsecamente frustrante.
Facendo infine un paragone con Warped, uno degli aspetti più fighi, a parer mio, che l'ultimo titolo Naughty Dog possedeva e invece qua è assente è l'ottenimento di abilità permanenti dopo ogni boss sconfitto (quindi i livelli si possono riaffrontare con meccaniche in più). Può infatti stonare per alcuni il fatto che le maschere siano limitate solo a specifiche sezioni di alcuni livelli.
Ci sono tantissimi altri aspetti di cui parlare (come i livelli n vertiti, o il multiplayer), e questo è un gran bene, ma voglio evitare una recensione eccessivamente lunga.
Concludo dicendo che indubbiamente ci troviamo di fronte ad un gran gioco, un titolo assolutamente da avere per chi è cresciuto con i mitici titoli PS1 (non confondetevi, gli altri capitoli non sono rinnegati, è semplicemente cronologicamente collocato dopo il 3).
Sono stra-felice che questa serie abbia ancora delle cartucce da sparare, ed infatti mi chiedo... è giunto il momento di un nuovo Crash Bash?

Non ci sono interventi da mostrare 😔