Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Invi condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere Invi, aggiungilo agli amici adesso.

Invi

a proposito di Borderlands 3

Prime impressioni a caldo dopo un paio d'ore di gioco, quindi aspettatevi lievi spoiler per la parte iniziale.

Nonostante a primo impatto sembri il solito Borderlands (che non è assolutamente un male) ho notato piacevoli richiami al primo, troppo trascurato capitolo: gli effetti splatter sui nemici sono tornati e si allontanano molto dalla loro controparte "plasticosa" del secondo capitolo; il feeling delle armi è praticamente perfetto, si vede chiaramente l'impegno ed il budget messo a disposizione per migliorare questo comparto; infine il loot sembra molto generoso ed appagante, con un mini-boss che mi ha droppato una leggendaria al liv 7, roba che in Borderlands 2 non vedevi manco dopo un intero playthrough se non sapevi cosa farmare.

Per quanto riguarda le nuove aggiunte, la possibilità di arrampicarsi e di scivolare non sono per niente trascurabili, e finora ho trovato la prima meccanica fondamentale per l'esplorazione.

Infine cito un simpatico piccolo dettaglio: nella prima zona "pacifica" che incontrerete ho rinvenuto una marca di cereali sponsorizzata da Mr Torgue. Mi fermo qui.

Andrò a fare un parallelismo che a molti sembrerà strano, ma seguitemi: con questo nuovo capitolo, la saga creata da Gearbox mi ha ricordato quella di CD Projekt RED, The Witcher. Il primo The Witcher era un gioco tremendamente imperfetto, ma che racchiudeva ottime idee ed un'anima impossibile da rimpiazzare. Poi arrivò The Witcher 2, a migliorare molti aspetti del primo capitolo, ma finendo con l'abbandonarne altri per limiti tecnici. Infine The Witcher 3 è esploso, riprendendo l'anima e molte feature del primo capitolo, riproponendole con rinnovata forza tecnologica senza dimenticare i progressi fatti col secondo capitolo.

Borderlands 3 finora mi è sembrato questo: il gioco che Gearbox voleva sviluppare ai tempi del primo, ma con la maturità e tecnologia dei tempi nostri. Peccato solo che 2K non gli faccia una buona pubblicità.

Non ci sono interventi da mostrare.