Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Sviluppato da Deck Nine Games e prodotto da Square Enix, Life is Strange: Before the Storm è un gioco d'azione e avventura uscito il 31 agosto 2017 per PlayStation 4 · Pegi 16+ · Link: store.playstation.com

LIFE IS STRANGE: BEFORE THE STORM è ambientato ad Arcadia Bay tre anni prima degli eventi del primo gioco della serie. I giocatori dovranno mettersi nei panni di una Chloe Price sedicenne e ribelle nel momento in cui stringe un’improbabile amicizia con Rachel Amber, una ragazza bellissima, popolare e destinata al successo. Quando Rachel scopre un segreto sulla sua famiglia che minaccia di distruggere il suo mondo, è questa nuova amicizia che dà a entrambe la forza di andare avanti e di sconfiggere i propri demoni.
“LIFE IS STRANGE: BEFORE THE STORM è uno dei titoli principali di quest’anno di Square Enix, ed è stato creato in risposta alle richieste dei fan che volevano tornare ad Arcadia Bay per incontrare di nuovo i personaggi di cui si sono innamorati” ha dichiarato Lee Singleton, capo dello studio Square Enix London Studios. “Molte persone hanno almeno una persona in particolare che ha influenzato profondamente la loro vita; la persona che li ha resi ciò che sono ora. LIFE IS STRANGE: BEFORE THE STORM parla proprio di questo.”

8.6

Recensioni

31 utenti

Recensioni

8.6

Media dei voti
31 recensioni degli utenti

Toniuz
Cover Life is Strange: Before the Storm per PS4

Before the scissor

Devo essere onesto, se non avessi giocato l'episodio extra probabilmente avrei messo 7, ma l'esplosione di feels finale ha salvato baracca e burattini.

Parlando dei 3 episodi standard, sono ambientati 3 anni prima di LiS e raccontano la nascita dell'amicizia/amore tra Chloe, ormai rimasta sola e allo sbando, e Rachel Amber, la ragazza più popolare della Blackwell che nel gioco principale abbiamo conosciuto ormai 3 metri sotto terra.
Il problema di questo gioco è che, almeno per me, non ti da l'idea di essere propriamente un prequel, in quanto non chiarisce alcuni aspetti dell'opera principale, anzi ti lascia con più domande che risposte.
Oltretutto non spicca ne per ost ne per narrativa, non è male, anzi, ma ci sono pochi momenti davvero emozionanti e memorabili... mi ha lasciato davvero poco rispetto al suo predecessore. Sembra più uno spin-off fatto giusto per accontentare i fan.
Nota positiva sono le due protagoniste, in piena fase di ribellione adolescenziale, che costruiranno un bel rapporto nel corso della storia, soprattutto Rachel, non credevo ma mi è piaciuta molto, anche se cozza un po' con quello che è il suo personaggio descritto in LiS.

Per quanto riguarda l'extra, "Addio", è quello che mi è piaciuto di più e che ha fatto alzare il voto. Tutto quello che non ho provato nei primi 3 episodi è esploso di botto in questo, è LiS al 100%.
L'episodio ci da la possibilità di vestire per un'ultima volta i panni di Max e Chloe, appena tredicenni, nei loro ultimi momenti in compagnia l'una dell'altra, nell'attesa che la prima si trasferisca a Seattle, lasciando l'amica ad affrontare, da sola, un dolore più grande di lei, ed una ribellione forse inevitabile.
Per tutta la durata del capitolo (due orette andando piano) avrete una sensazione di malinconia e nostalgia, sapendo a cosa state andando incontro vi godrete ogni dettaglio di casa Price, facendo riaffiorare molti ricordi e volendo procastinare il più possibile il momento dell'inevitabile addio a Max e Chloe, che arriverà nel più doloroso e commovente dei modi.

Johnlocke07
Cover Life is Strange: Before the Storm per PS4

Chloe was here - Rachel was here

In questo prequel di Life is Strange, sviluppato dai Deck Nine al posto dei Dontnod, come già saprete vede protagonista Chloe Price intenta a conoscere, relazionarsi ed infine ad avere un profondo rapporto con la celebre e affascinante studentessa della Blackwell: Rachel Amber, colei che diverrà per Chloe la persona più cara dopo la partenza della sua migliore amica d’infanzia Max.

https://www.youtube.com/watch?v=7a0tpVEg …

Questa nuova avventura interattiva si pone come obiettivo di mettere in risalto proprio questo legame, soltanto da sfondo nel primo Life is Strange, ma qui di maggiore rilievo così come sarà altrettanto importante la cura riposta in un personaggio così ben scritto come quello di Rachel, cui avrà un sensibile e intimo background che mira a concludersi con una scelta sensata e a mio dire geniale.

Il giocatore scettico ancora sull’acquisto del titolo dovrà porsi semplicemente 2 domande: “ Ho voglia di ritornare ad Arcadia Bay nei panni di Chloe? Mi interessa vedere approfondire un rapporto che per 5 episodi fu soltanto accennato?" Se la risposta a queste 2 domande è si, allora dovrete assolutamente fare vostro questo titolo a patto di sapere di avere una interazione ben più esigua con gli altri personaggi, di giocare 3 massimo 4 episodi ( consiglio di iniziare dall’extra) e soprattutto saper rinunciare al viaggio nel tempo, in questo modo le decisioni da prendere saranno si più limitate, ma anche leggermente più ponderate poiché non sarà possibile ritornare sui propri passi.

Come da rimpiazzo, a volte Chloe potrà intraprendere dei veri e propri scontri verbali e in un tempo limitato si cercherà di convincere l’interlocutore a fare esattamente ciò che Chloe esigerà in quel momento. Per quanto possa trattarsi di un modo carino per intrattenere in maniera accesa una discussione, dall’altro si avrà come la sensazione che tutte le nostre scelte, in realtà con o senza scontri verbali, ricadono non tanto perché lo vogliamo noi, ma purchè si adattino al meglio sulla ormai nota personalità spiccata della protagonista, influenzandone quindi le decisioni intraprese.

Graficamente nulla di eccezionale, è rimasto invariato e artisticamente il gioco è ben fatto quasi quanto il primo, la colonna sonora non è affatto male, la maggior parte dei brani saranno dei Daughters stavolta, un paio veramente molto belli e indicatissimi per enfatizzare al meglio il rapporto di Chloe & Rachel che tengo a ricordare è ciò di cui fa leva tutta la narrazione, cui è riposta la massima attenzione. Seppur non l’abbia amato quanto il primo, Before the Storm pone delle ottime basi ed è difficile che possa deludere una volta chiarito su quale sia il giustissimo perno del gioco.

8

Voto assegnato da Johnlocke07
Media utenti: 8.6 · Recensioni della critica: 7.8

Missile
Cover Life is Strange: Before the Storm per PS4

Life is Strange: Before The Tempest

Before the Storm è un buon prequel che approfondisce alcuni aspetti dell'universo di Life is Strange. Nonostante sia un more-of-the-same del primo capitolo (togliendo i poteri di Max) riesce comunque a stupire grazie ai personaggi, alla storia e, in parte, alle scelte già presenti nel primo: dico "in parte" perché queste scelte non hanno molte ripercussioni sulla trama, ma non lo considero un difetto poiché la storia di Life is Strange è sempre stata lineare, al contrario di quella di altri giochi del genere. Non mi aspetto che la serie raggiunga il numero di possibili scelte di Detroit: Become Human, titolo che spero venga preso in considerazione da tutti da questo punto di vista; parlando di LiS: Before the Storm dovremmo soffermarci non su ciò che avrebbe potuto essere, ma su ciò che è. E fidatevi di me, è tutto fuorché deludente.

Anche l'episodio bonus è degno di nota, lungo il giusto e utile ad approfondire ulteriormente alcuni fatti che in LiS erano solo citati.

Concludo giustificando il mio voto: non è alto come quello di LiS perché non mi ha coinvolto allo stesso modo, sia dal punto di vista emotivo, sia per il "fattore sorpresa" nel gameplay (quale gameplay¿?¿? xdxd), che purtroppo viene a mancare in BtS. Ciononostante, la storia e i personaggi sono decisamente validi. Prendete la Limited ora che si trova a poco più di €20, e godetevi l'episodio bonus.

Kappakappa3
Cover Life is Strange: Before the Storm per PS4

Si ritorna ad Arcadia Bay

Scrivere di LIS per me è estremamente difficile. Il titolo precedente, infatti, ha un posto importante nel mio cuore da videogiocatore ed è stato per me una delle sorprese degli anni scorsi.

Appena saputo della release del prequel Before the Storm, due erano le sensazioni che si facevano largo in me: Se da una parte ero eccitato al giocare di nuovo un titolo targato LiS, dall’altra ero come spaventato per un possibile “more of the same” facilmente dimenticabile con il tempo.

Fortunatamente quest’ultimo stato d’animo è stato subito spazzato via. Posso dire con estrema convinzione, che ci troviamo davanti ad un titolo davvero profondo, narrato magistralmente e con una colonna sonora di alto livello.

Siamo davanti al giusto prequel di Life is Strange

Durante le 9 ore di gioco che ci serviranno per terminare i 3 episodi, faremo la conoscenza di nuovi personaggi ed andremo a scoprire lati nascosti di vecchie conoscenze.

Il titolo ingrana lentamente, come giusto che sia, ma dalla fine del primo episodio non riuscirete a staccarvi dallo schermo e sarete rapiti dalle vicende che man mano prenderanno forma sotto i vostri occhi. Fiore all’occhiello della produzione, così come per il primo capitolo, il cast dei personaggi, vario ed ognuno con le proprie unicità, la narrazione, che ha un buon ritmo e non risulta mai noiosa e la colonna sonora, sempre azzeccatissima.

Le decisioni che dovremmo prendere ci metteranno a dura prova, anche se è giusto sapere che saranno ovviamente in numero minore rispetto al capitolo principale della serie

Piccoli nei riguardano l’aspetto tecnico e grafico del titolo che si presenta ai nostri occhi come un prodotto “vecchio”. Ovviamente questo non mina in nessun modo la fruizione del titolo

Il gameplay fa un piccolo passo indietro rispetto al titolo principale della serie a causa della mancanza di Max. Infatti, i poteri della giovane fotografa vengono sostituiti con delle “prove di insolenza” dove avremo come protagonista Chloe. Tali prove, seppur carine e funzionali, non sono paragonabili all’utilizzo del potere di Miss Caulfield

Per quanto mi riguarda posso affermare che dalla fine del primo capitolo il gioco diventa pazzesco. Sono entrato in empatia con i personaggi e sono stato rapito dalla trama e dalle rivelazioni che man mano saltano fuori. Ho amato tantissimo le due protagoniste ed il legame che si crea tra loro, le musiche, le ambientazioni e la narrazione.

Ritornare ad Arcadia Bay è stato davvero fantastico

Un titolo che va ASSOLUTAMENTE giocato se avete amato le vicende e l’atmosfera del primo capitolo.

9

Voto assegnato da Kappakappa3
Media utenti: 8.6 · Recensioni della critica: 7.8

Non ci sono interventi da mostrare.