Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Trobar clus condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere Trobar clus, aggiungilo agli amici adesso.

Trobar clus

raga porco due oggi parlavo con un amico e mi fa guarda ho trovato skyrim per nintendo switch a un prezzo vantaggioso e io gli faccio fra ma guarda che hai anche la ps4 e un computer da gaming compralo lì che costa comunque meno risparmi tipo quindici euro o anche più se lo prendi da questo sito e lui fa eh ma vuoi mettere giocare sul divano cioè da steso e io gi faccio porco due fra ma sono due settimane che giochi sempre al televisore manco ce l'hai il divano perché hai dovuto spendere soldi per comprare quella ricconata della switch fino a ieri nemmeno ti piacevano i wrpg giocavi solo roba weeb fra fattene una ragione e lui eh ma il divano quindi lì ho capito che il vero quid in più della switch è il divano

Trobar clus
Cover Final Fantasy XII: The Zodiac Age per Xbox One

A qualcuno è piaciuto Star Wars

Anche a me è piaciuto molto, infatti tutto sommato mi piace molto anche Final Fantasy XII.
Questo doveva essere il futuro della serie, a mio avviso, in quanto rappresenta la perfetta fusione di tradizione ed innovazione.
L'ATB è rimasto, ma è integrato benissimo nell'esplorazione, quindi il gioco scorre liscio, senza le fastidiose transizioni dalla mappa al campo di battaglia a cui ci hanno abituato molti jrpg; il job system, per come è stato opportunamente rimodellato in questa riedizione, lascia un'incredibile libertà nello sviluppo dei personaggi, e allo stesso tempo impedisce che tutti diventino troppo potenti verso le battute finali; la quantità di contenuti è strabiliante, dalle cacce della gilda fino alle varie missioni secondarie disponibili, non tantissime quanto quelle di un open world moderno, ma tutte curate e diversificate; l'ambientazione, poi, è viva come non mai.
Ecco, di Ivalice mi piace che si faccia vivere e ci permetta, ad esempio, di rilassarci su una nave da crociera o di pescare in tutta tranquillità sulle rive del fiume Nebra. Spulciando il bestiario, poi, scoprirete una lore niente male e ricca di aneddoti interessanti.
Esteticamente, come dicevo, si sente spesso l'influenza di Star Wars, soprattutto in certe creature (come gli Urutan Yensa) o nelle armature dei Giudici di Archades.
Anche la trama sembra ricalcare molti avvenimenti dell'epopea di Luke Skywalker. Abbiamo, in successione: una principessa che combatte contro un Impero per riprendersi il proprio regno; un aviopirata accompagnato da una donna un po' animalesca che deve chiudere alcuni conti col passato; un cavaliere di un ordine ormai caduto alla ricerca del proprio riscatto; un mondo in cui fantascienza steampunk e magia si mescolano senza soluzione di continuità.
Vi ricorda qualcosa, vero? Però, con le sue derive talvolta caraibiche (è un titolo pieno di spiagge!) e a tratti addirittura bizantine, Final Fantasy XII mantiene un certo carattere.
La trama è forse l'aspetto del gioco che poteva essere curato meglio. In generale non ha particolari buchi ed è incredibilmente matura nelle tematiche trattate (Ashe, poi, è uno dei personaggi più ambigui della serie, a mio avviso), ma talvolta le relazioni fra i personaggi sembrano essere troncate di netto. Si avverte soprattutto quando si analizzano Vaan e Penelo. Alcuni spunti dati al giocatore nel prologo, semplicemente, non vengono più approfonditi. Penelo, poi, sembra essere utile solo come strumento narrativo atto a mandare avanti la trama nelle prime ore. Molto più riusciti gli altri quattro personaggi, fortunatamente, ognuno con una storia molto interessante da scoprire.
Ecco, in sé la trama non è male, ma con qualche piccolo accorgimento sarebbe potuta essere il massimo. Mi sarei anche accontentato di qualche dialogo non doppiato che rendesse giustizia ad alcune situazioni cariche di potenziale inespresso, e sarebbe stata la remaster perfetta.
Perché poi, non dimentichiamolo, anche come remaster nuda e cruda questo The Zodiac Age è fantastico.
Le texture sembrano tornate a nuova vita, così come i modelli dei personaggi e gli effetti degli incantesimi. Sono stati aggiunti persino alcuni effetti di luce oltre, ovviamente, ad una risoluzione decisamente più alta.
Il gioco è bellissimo da vedere ancora oggi e presenta alcuni scorci che trasudano Final Fantasy da tutti i pori (pensate a Bhujerba e alle sue isole galleggianti nel cielo). Il feeling mi ricorda molto i vecchi Final Fantasy, quelli più medievali ed epici, in cui si respirava la sensazione di attraversare un mondo magico e fiabesco, sensazione andatasi a perdere in altri episodi come il VII o il X, per tacere del XIII, e che ho ritrovato in parte solo nel controverso XV.
Ma mi sto dilungando.
Final Fantasy XII è un capolavoro, probabilmente uno dei migliori jrpg di sempre e personalmente il mio preferito fra quelli in 3D.
L'acquisto della remaster è consigliato soprattutto a chi non l'abbia mai provato, ma la rivoluzione del job system rende il titolo fresco anche per chi l'abbia spolpato nel dettaglio all'epoca dell'uscita, come il sottoscritto, che, per inciso, si sta divertendo tantissimo in questi giorni di quarantena.

9

Voto assegnato da Trobar clus
Media utenti: 9 · Recensioni della critica: 8.4

Trobar clus

ha scritto una recensione su Bleeding Edge

Cover Bleeding Edge per PC

Splatoon ma fatto da Microsoft

Non fraintendetemi, Splatoon non c'entra nulla con Bleeding Edge, a parte il fatto di essere principalmente un titolo online, ma direi che con le dovute proporzioni ci siamo.
Bleeding Edge è stiloso esteticamente e divertente da giocare. Era proprio un gioco che mancava nel roster di Microsoft.
I dodici personaggi contenuti nel titolo sono tutti molto variegati e ben bilanciati, almeno al momento.
Come main ho scelto Miko, ma davvero credo ce ne sia per tutti i gusti. C'è anche Nidhoggrs, un metallaro norvegese che sembra uscito da una session andata male dei Dodheimsgardr.
Le due modalità presenti sono divertenti, soprattutto quella che prevede la raccolta delle cellule energetiche, mentre la conquista dei punti strategici è più classica. Certo che la collaborazione è essenziale: Bleeding Edge è molto meno caciarone di quanto voglia apparire e richiede molta collaborazione.
Il gioco viene venduto a prezzo ribassato (30 euro, mi pare), ma può essere giocato ovviamente con il Game Pass.
Anzi, è il titolo perfetto per il GamePass, visto che non include nemmeno microtransazioni. Sea of Thieves ci ha dimostrato quanto, seguendo un simile modello, un titolo possa essere ampliato a dismisura con il passare del tempo.
Al momento, infatti, Bleeding Edge è davvero povero di contenuti, ma credo che a questi termini non ci si possa lamentare più di tanto. Se è un bene o un male solo il tempo ce lo dirà.
Comunque vi consiglio di dargli una chance se avete un abbonamento, perché ci ho passato delle ore davvero piacevoli e rappresenta invero un biglietto da visita niente male per Ninja Theory sotto la scuderia Xbox.
Mi rifiuto di dargli un voto, visto che con gli anni potrebbe migliorare (o peggiorare, chissà). Ma gli metto un 8 sulla simpatia, diciamo.

8

Voto assegnato da Trobar clus
Media utenti: 8

Trobar clus

Ho iniziato a vedere Full Metal Alchemist: Brotherhood in questi giorni, ma lo sto trovando soltanto carino. Sono ancora all'episodio 9, quindi mi manca molto per finirlo, ma ne vale la pena? Per ora lo sto trovando sicuramente ben fatto, ma anche tremendamente banale nelle reazioni dei personaggi. Ci sono le solite "giapponesate" tipo la ragazzina carina che fa la paternale e dice "ora vai a chiedergli scusa!".
Ecco queste cose dopo un po' mi rompono las bolas, se è tutto così passo ad altro e risparmio tempo

Non ci sono interventi da mostrare.