Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

CloudEnialis condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere CloudEnialis, aggiungilo agli amici adesso.

CloudEnialis

ha scritto una recensione su Psychonauts

Cover Psychonauts per PS4

Un cult fuori di testa

Gioco che sentivo la necessità di dover recuperare, essendo un cult assolutamente di nicchia dalle menti che stavano dietro a Monkey Island che mi sono perso per tutti questi anni. Ci giocava mia sorella, ma io ero molto piccolo e mi faceva paura come ambientazioni e atmosfere.

Beh che dire, questo gioco è davvero folle. L'idea di base che i livelli di gioco siano le materializzazioni dei pensieri e delle emozioni dei vari personaggi del gioco è già molto particolare (e visionaria, se si considera il periodo di uscita), ma quel che esalta il tutto è la reale esecuzione di questo concept. Molto spesso i giochi partono da idee entusiasmanti per poi cadere rovinosamente nella loro realizzazione. Psychonauts non fallisce. I livelli sono spettacolari come design, come struttura e come musiche e colori (vi basti pensare che un livello è una recita teatrale, uno è una partita a un simil-Risiko, in uno interpretiamo il mostro cattivo, c'è un livello ritmico, ecc...). Il platforming è fluido e godibile ancora oggi, così come la caccia ai collezionabili che è molto coinvolgente, nonché impegnativa. Ho adorato alcuni livelli e la caratterizzazione dei personaggi, soprattutto quelli secondari (compresi i ragazzini del campus che compongono un cast marginale di notevole spessore).

Come pensavo da piccolo, le atmosfere sono assolutamente inquietanti, del resto la mente umana è brutale e la sua materializzazione non poteva esserne da meno. Mi sono divertito genuinamente un sacco, il gioco non mi ha mai stancato e ogni dungeon aveva la sua unicità, così da renderlo sempre e comunque un piacere da sviscerare. Musiche al top, quasi nessun problema tecnico riscontrato e davvero tante cose da fare. Molto carismatico anche il protagonista, il buon Razputin che, senz'ombra di dubbio, ricorderò volentieri nei prossimi anni. E' importante nelle avventure creare un protagonista che non sia piatto. Raz è simpatico, tagliente e spocchioso. La classica peste, insomma.

Purtroppo, c'è un forte aspetto negativo, ovverosia la trama. Con queste interessantissime premesse e con il cast di personaggi a disposizioni, la storia risulta essere piuttosto priva di valore. La ricerca del cattivo, della soluzione e del "luogo" riservano numerosi colpi di scena che ci permettono di tenere in alto la tensione, ma il tutto viene liquidato con troppa frettolosità, ridicolizzando ogni parvenza di trama interessante. Alla fine, senza rivelarvi nulla per coloro che vorranno giocarlo, sono rimasto con l'amaro in bocca. Mi ricorderò molti personaggi, molti livelli e molte battute, ma la trama (e il cattivo) li dimenticherò molto presto. Da rivedere anche le boss fight, terribilmente macchinose e prive di personalità (a parte il concept del boss finale del dungeon del Lattaio che è stato divertentissimo).

7.8

Voto assegnato da CloudEnialis
Media utenti: 8.2

CloudEnialis

ha aggiornato la sua collezione

CloudEnialis

ha aggiornato la sua collezione

CloudEnialis

ha scritto una recensione su Square Keeper

Cover Square Keeper per PS4

Minigioco

Square Keeper è sostanzialmente un minigioco di un videogioco un po' più corposo, oppure un passatempo da cellulare.

Si tratta di una sequenza decontestualizzata di puzzle game dove il nostro "eroe" avrà a disposizione delle carte monouso. Ci sono carte di semplice movimento di X caselle, carte d'attacco (ravvicinato o a distanza) e carte che permettono di fare entrambe le cose simultaneamente.

lo scopo è uccidere tutti i nemici del livello e posizionarsi sulla porta d'uscita del dungeon. Sono livelli molto piccoli dal punto di vista dimensionale e che richiedono poche mosse per essere completati (non userete mai più di 8 carte). La risoluzione è piuttosto semplice, eccezion fatta per qualche livello nella fase finale dove ci sono i nemici mobili e le trappole da sfruttare su cui sarà necessario fare più tentativi (ma assolutamente niente di impegnativo). Sebbene sia un "giochino" privo di personalità, originalità e costrutto, può farvi passare quell'oretta tranquilla senza risultare monotono. In fin dei conti, ogni tot livelli ci saranno carte nuove, sebbene simili tra loro, e nemici nuovi che vi imporranno un approccio leggermente diverso. Rimane il fatto che sia un gioco da gabinetto e non da console fissa. Male la colonna sonora, racchiusa in una unica track da pochi secondi ripetuta all'infinito in tutti i livelli (carino invece il tema nel menù). Graficamente apprezzo la cura con cui gli sviluppatori hanno deciso di buttare una bozza di ambientazione extra-livello, ossia fuori dalle 4 mura del dungeon di gioco potrete vedere altre stanze del seminterrato ovviamente non esplorabili. L'ho apprezzato perché il quadrato nel mezzo allo schermo circondato dal nero avrebbe anche lasciato l'idea di noncuranza. Detto ciò, anche esteticamente, Square Keeper non si fa rispettare più di tanto.

Poca roba, ma almeno non è pesante da giocare e non ha le pretese di essere un qualcosa di valore o rivoluzionario. Titolo consapevole di essere inutile, che lo è. Ma meglio inutile che dannoso.

4

Voto assegnato da CloudEnialis
Media utenti: 4

Non ci sono interventi da mostrare 😔