Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Razor Lofe condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere Razor Lofe, aggiungilo agli amici adesso.

Razor Lofe
Cover Thronebreaker: The Witcher Tales per Nintendo Switch

Non serve un witcher per raccontare una bella storia

Mentre mi rilassavo sulla spiaggia leggendo i libri delle cronache dello Witcher, mi è presa una certa nostalgia del videogioco, ma non proprio del videogioco in sé per sé, quanto per il Gwent che ai tempi mi fece davvero perdere la testa (tralasciando il gioco per molte ore) .
Questo mi ha portato ad niziare Thronebreaker ed è stata sicuramente una buona scelta.
Nel gioco vestiremo i panni della regina Meve di Lyria e Riva, la quale dovrà affrontare l'imminente attacco da parte di Nilfgaard, oltre ad avere vari problemi e tranelli da risolvere.
Il gioco è basato interamente sul Gwent da cui dipenderanno le sorti delle varie battaglie. Durante il corso del game sarà possibile arruolare altre unità a seconda delle tue scelte .
La trama è davvero molto interessante e oltretutto (cosa non scontata) fedele anche ai romanzi.
Un must have per gli appassionati di Witcher e di Gwent.

8

Voto assegnato da Razor Lofe
Media utenti: 8 · Recensioni della critica: 7.9

Razor Lofe

ha scritto una recensione su The Last of Us Part II

Cover The Last of Us Part II per PS4

Spesso il concetto di buono e cattivo è soltanto un punto di vista.

Rabbia, delusione, malinconia, frustrazione, incredulità, gioia, compassione.
Queste elencate qui sopra sono solo alcune delle emozioni provate mentre si svolgeva la trama di gioco.
Non ricordo un gioco così bello dal terzo capitolo di Metal Gear Solid.
La vera potenza di questo gioco, a mio avviso, sta nel far riflettere il giocatore. Racconta una storia tragica, vissuta da due punti di vista, che ti tiene appassionato fino al compimento, che lascia con molti interrogativi e poche certezze.
In secondo luogo (anche se poi sarà la causa che porterà avanti la storia) ho mantenuto lo stesso pensiero che avevo formulato nel primo capitolo. Nonostante la presenza degli "zombie", ci ritroviamo molto più spesso ad uccidere altri simili: persone umane. Perché nonostante tutto, l'uomo non riesce a vivere in pace con se stesso.
Non mi dilungherò oltre con aspetti tecnici, gameplay e quant'altro, ci sarebbe davvero poco da dire al riguardo.
Voglio invece premiare il lavoro di NaughtyDog di inclusione di ogni genere e per alcune idee davvero geniali (come suonare la chitarra).
P.s. pensiero personale impopolare, Abby è il personaggio migliore.

Non ci sono interventi da mostrare 😔