Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

TheEngiGuy condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere TheEngiGuy, aggiungilo agli amici adesso.

TheEngiGuy

La solitudine è come una bella traccia musicale che hai composto con tanta pazienza e impegno, che rappresenta musicalmente tutto ciò che hai appreso tramite l'introspezione e le esperienze passate, di cui saresti pronto a pubblicare e far sentire a tutto il mondo.

Scopri però che, dopo la sua pubblicazione, nessuno le ha dato una chance. Nessuno ci ha nemmeno provato, né considerato di premere il tasto play, che sia per mancanza di reputazione e conoscenze nel campo musicale o perché ciò che vuoi trasmettere e comunicare è solo roba di nicchia che fatica per l'ennesima volta a trovare il giusto audience. Ad ogni modo, non hai ottenuto niente se non l'affaticamento per tutto quel lavoro svolto, e una sensazione di aver ricevuto pregiudizi e menefreghismo.

Anche con un senso di soddisfazione, non hai scelta se non tenerti quella traccia musicale per te, pensando in continuazione quale sia il suo vero valore, se un posto ce l'abbia o meno, se effettivamente conta di più la fortuna che il talento. Se chiedi consigli agli "esperti", l'unica cosa che ti direbbero di fare è di usare certi strumenti e atmosfere che non sono per niente in linea con ciò che sei, perché per loro il tuo approccio è considerato sbagliato; sostengono allo stesso tempo che è molto meglio tenersi la musica per sé piuttosto che condividerla insieme ad altri e sentirsi parte di un qualcosa, mentre loro se la spassano con il successo, non sapendo minimamente cosa significa non poter esternare tutto e non poter raggiungere i propri desideri.

Quella traccia musicale diventerà sempre di più un ricordo della tua solitudine piuttosto che una semplice rappresentazione del tuo essere, e può capitare che, eventualmente, tu decida di chiudere la tua carriera da musicista una volta per tutte. Fortunatamente ripensandoci all'ultimo momento...

Se ho deciso di scrivere qui è perché ne ho piene le palle di questi attacchi d'ansia che mi assalgono in questo periodo, eppure penso che è come se non dovessi lamentarmi della mia situazione, per la paura di essere visto come un ingrato, viziato o bisognoso con "delle idee sbagliate sulla vita".

Non ci sono interventi da mostrare 😔