Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.
Cover Middle-earth: Shadow of Mordor

Sviluppato da Monolith Productions e prodotto da Warner Bros. Interactive Entertainment, Middle-earth: Shadow of Mordor è un gioco d'azione e avventura uscito il 3 ottobre 2014 per Xbox One · Pegi 18+

La Terra di Mezzo: l'ombra di Mordor propone un ambiente di gioco dinamico dove i giocatori possono architettare un loro personale piano di vendetta per piegare Mordor al proprio volere.
Il gioco ha inizio nella notte in cui Sauron ritorna a Mordor, appena i suoi Black Captains uccidono brutalmente i Ranger del Black Gate. I giocatori vestono i panni di Talion, un ranger che ha perso la sua famiglia e tutto ciò che aveva di più caro, solamente per tornare in vita grazie a un misterioso Spirito di Vendetta.
Non appena la vendetta personale di Talion viene svelata, i giocatori scoprono il mistero dello Spirito che lo possiede, scoprendo le origini degli Anelli del Potere e affrontando la definitiva nemesi.

8.6

Recensioni

19 utenti

DevilGame

ha pubblicato delle immagini nell'album Games

Queste modalità foto, mannaggia a me xd

DevilGame

ha pubblicato un'immagine nell'album Altro

Il ritorno del Ramingo :3

BahamuthDade

ha pubblicato un'immagine nell'album In Gaming...

Questo gioco mi sta stregando. Non riesco a staccarmi dalla ps4. Adoro tutto, il combat system, la storia, l'ambientazione, le missioni, i nemici, le abilità... Le abilità!!! Ma cosa non è il colpo ombra ragazzi. Non mi ricapitava da tempo che non mi prendeva cosi tanto un gioco. Comunque gamestop ha chiuso con me(eccezion fatta per qualche acquisto occasionale di giochi rari o ha bassissimo prezzo). Ho potuto notare che nei titoli usati per ps4 c'è un rincaro che sfiora l'usura: Ombra di mordor usato gamestop 24,90 euro, ombra di mordor nuovo euronics 25 euro... Ma scherziamo?!?!?

Myggdrasil
Cover Middle-earth: Shadow of Mordor per Xbox One

Il canto del cigno

Personalmente, ritengo la scorsa generazione di console abbastanza mediocre. Non sono mancati i capolavori, ovviamente (soprattutto nei primi anni), ma il trend generale è stato quello di proporre dei giochi superficiali in molti aspetti, che potessero essere apprezzati anche da chi i videogiochi li prende in mano una volta ogni tanto.
Ovviamente, è facile indovinare quale sia stata la serie che, da sola, ha sdoganato certe tendenze: mi riferisco ad Assassin's Creed, il quale, con il secondo capitolo, ha praticamente settato gli standard di ogni open world uscito dal 2009 fino a qualche anno fa. La degenerazione di quelle meccaniche ha portato a pasticci come Unity e, appunto, L'ombra di Mordor.
Il gioco Monolith non è brutto in senso stretto, ma è semplicemente noioso: riesce a prendere il peggio di Assassin's Creed e lo eleva alla massima potenza, unendolo al combat system di Batman: Arkham Asylum (l'aspetto più noioso del gioco Rocksteady) e risultando privo dei guizzi che avevano reso il titolo Ubisoft divertente almeno per un po'.
Ecco che, al posto di Venezia o di Roma, abbiamo delle lande brulle e anonime, che di tolkeniano hanno giusto qualcosina; ecco che la varietà con la quale l'avventura di Ezio ci aveva deliziato è letteralmente surclassata da una serie di compiti tutti uguali e poco accattivanti; ecco la solita componente da gioco di ruolo, che col genere non c'entra praticamente nulla.
Il tutorial è in assoluto uno dei più noiosi e atroci che abbia mai visto. Le prime due, tre ore fanno di tutto per impedire al giocatore di giocare, l'introduzione delle nuove meccaniche è lenta e spossante, il level design praticamente assente.
Tutto, in L'ombra di Mordor, è mediocre: lo stealth è mediocre (Batman era spanne avanti, qui ci si limita ad abbassarsi e a spostarsi alla cazzo sperando di non essere visti, anche grazie ad un'intelligenza artificiale non pervenuta), il combat system è mediocre (si riduce alla pressione di due tasti in croce ed è impreciso nei comandi), l'esplorazione è mediocre, la trama è mediocre (per non dire brutta e irrispettosa nei confronti di uno dei letterati più grandi del secolo scorso).
Ma il nemesis system? Beh, quello è effettivamente interessante, per la prima oretta, ma dopo un po' rivela tutta la sua sconcertante limitatezza. Una volta compreso il suo funzionamento perde tutta la magia e si trasforma nell'ennesimo compitino da svolgere con l'autopilota.
L'Ombra di Mordor è il canto del cigno della scorsa generazione: di essa rappresenta la metamorfosi finale in una bestia orrenda e putrida, l'ultimo stadio di quello che è stato un processo lungo molti anni, la magnificazione di quello che i giocatori volevano in quel periodo.
Sono felice che il trend stia cambiando e che negli ultimi anni abbiamo assistito ad un sacco, un sacco di giochi interessanti e coraggiosi.

5

Voto assegnato da Myggdrasil
Media utenti: 8.6 · Recensioni della critica: 8.8

Non ci sono interventi da mostrare.