Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Akm condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere Akm, aggiungilo agli amici adesso.

Akm

ha scritto una recensione su Metal Gear Rising: Revengeance

Cover Metal Gear Rising: Revengeance per PS3

PRE-RECENSIONE, GIOCO NON FINITO.

La cosa che salta più all'occhio di MGR è...che non è un Metal Gear. Fa parte di quella nicchia, sempre crescente di giochi, spinoff o canonici delle saghe, che sarebbero anche dei bei giochi, se non fosse per il nome che portano. Come questo. E' un action molto portato all'azione, la trama è piuttosto semplice, un gruppo terroristico ha rapito un politico importante e a te tocca salvarlo. Il gameplay è abbastanza frenetico, e per quanto complessivamente sia un buon gioco, non ha elementi di spicco che ti facciano venire voglia di finirlo. Ci si gioca a tempo perso.

Akm

ha scritto una recensione su BioShock

Cover BioShock per PS3

Bioshock è stato il primo gioco "next gen" che io abbia mai provato. E' stato nel lontanissimo 2008, sulla xbox360 del ragazzo di mia sorella di quei tempi. Mi è stato regalato di recente dalla mia attuale ex, ed è uno dei migliori giochi fps che io abbia mai provato. Bellissimo a vedersi, ottimo sonoro, molto coinvolgente. Normalmente, la tecnica narrativa del "protagonista senza volto che non parla" per far sì che il giocatore si immedesimi nel personaggio con me non funziona, anzi, mi causa l'effetto contrario. In questo caso no.

Bioshock parla di questa persona che, per un ammaraggio con tanto di aereo in fiamme, si ritrova in questa struttura sottomarina popolata da strane persone mutanti con poteri particolari, derivati dai "plasmidi", intrugli che modificano il DNA permettendo a chi li usa di fare cose al limite del magico, come lanciare scariche elettriche, ipnotizzare, appiccare incendi, evocare sciami d'api. Viene subito contattato da Atlas, che gli spiega come quell'utopistico gigabunker sottomarino fosse governato da tale Rayan, e di come egli lo abbia condannato alla rovina con la sua condotta portata al denaro prima di tutto, e di come debba essere fermato.

La trama, ricchissima di colpi di scena, è infarcita di momenti epici, principalmente nei combattimenti, da un sacco di armi e di nemici strani ed a volte fantastici. Primo tra tutti "lui", il Big Daddy, una specie di sommozzatore (vedere copertina) armato di una sparachiodi o di una trivella a seconda del modello del paparino, e accompagnato quasi sempre da una "indifesa" bambina che gira con un siringone usato per succhiare l'adam, ossia una forma di cellule staminali, dai cadaveri sparsi per Rapture (la struttura).

Complessivamente, la trama fluida, i combattimenti abbastanza rapidi, la colonna sonora e la giocabilità lo rendono un bellissimo gioco, adatto a tutti i tipi di gamer, che scorre bene e ti prende in fretta. Straconsigliato.

Non ci sono interventi da mostrare.