Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

let92 condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere let92, aggiungilo agli amici adesso.

let92
let92

ha pubblicato delle immagini nell'album Death Stranding - Screenshot riguardante Death Stranding

Ecco le ultime foto che ho fatto durante la storia principale che ritraggono sequenze sceniche altamente spo.iler, quindi se non ci avete ancora giocato non guardatele assolutamente!
Da domani caricherò le ultime foto di ambientazioni che ho fatto mentre finivo le ultime cose da fare e più avanti (tempo permettendo) ne arriveranno molte altre senza alcun indicatore a schermo e che ritrarranno i bellissimi paesaggi del gioco: andrò in giro, anche in luoghi sperduti e ai confini della mappa, facendo ancora qualche foto che merita di essere scattata.
Spero che vi siano piaciute le foto che ho fatto, a me tantissimo e giocherei ancora per ore ed ore a questo gioco esplorando continuamente il mondo di gioco, ma purtroppo devo anche giocare al resto che possiedo, che non è poco xd
Spoiler.

let92

ha pubblicato delle immagini nell'album Death Stranding - Screenshot riguardante Death Stranding

Oggi solo sequenze sceniche altamente spo.iler parte delle ultime battute finali, quindi se non ci avete ancora giocato non guardatele assolutamente! Comunque domani caricherò le ultime foto (sempre spo.iler) che ho fatto durante la storia principale e nei giorni successivi arriveranno foto di ambientazioni :) Spoiler.

let92

ha pubblicato delle immagini nell'album Death Stranding - Screenshot riguardante Death Stranding

Scusatemi per l'ora tarda, ma ho avuto modo di collegarmi al PC solamente adesso :( Comunque oggi ci sono solo sequenze sceniche altamente spo.iler parte delle ultime battute finali, quindi se non ci avete ancora giocato non guardatele assolutamente! Spoiler, ho adorato tantissimo anche questa scena nella spiaggia di Sam, infatti ne ho approfittato per fare alcune belle foto perchè meritava veramente tanto :D

let92

ha scritto una recensione su Death Stranding

Cover Death Stranding per PS4

Dal lato emotivo vi distruggerà fino in fondo, anche di più se può

PREMESSA
Preparatevi perchè sarà una recensione molto lunga (la più lunga che abbia mai scritto xd) e spero che almeno qualcuno di voi la legga per intero perchè mi farebbe molto piacere dato che ci ho speso veramente tanto tempo xd
Di cose da dire su questo gioco ce ne sono tantissime e per recensirlo appieno va spiegato tutto senza tralasciare nulla.

Vi anticipo che non è un capolavoro per pochissimi difetti (purtroppo non trascurabili perchè si dovrà averne a che fare), ma aveva tutte le carte in tavola per poterlo essere e lo reputo comunque uno dei miei giochi preferiti e uno dei migliori di sempre :D

TRAMA
Il gioco è ambientato in una versione post-apocalittica degli Stati Uniti d’America devastata dal Death Stranding, un evento che, tramite la Spiaggia (un luogo molto particolare collegato all’aldilà e che andando avanti nel gioco si scoprirà per bene cos’è), ha fatto apparire delle creature denominate Creature Arenate (C.A., in inglese B.T. Beached Things) che rappresentano le anime dei morti che non sono riuscite a raggiungere il mondo dei morti tramite la Spiaggia e quindi sono rimaste ancorate al mondo dei vivi.

A causa del Death Stranding, se una persona muore e non viene cremata in breve tempo essa andrà in necrosi e successivamente diventerà una C.A.. Inoltre, se una C.A. “consuma” una persona, apparirà un enorme cratere che può portare anche alla distruzione completa di una città.

La comparsa delle C.A. ha portato inoltre la Cronopioggia (in inglese Timefall), una particolare pioggia che manipola il tempo accelerando la crescita delle piante ma che fa invecchiare ogni altra cosa che tocca (oggetti, animali, persone ecc.).

La comparsa di tutti questi eventi ha portato le persone a rinchiudersi in rifugi remoti e a vivere una vita in solitaria e solamente alcune persone, tramite delle organizzazioni di corrieri, viaggiano per il mondo aiutando le comunità in difficoltà trasportando rifornimenti e qualsiasi altra cosa che possa aiutarle.

Infatti, noi impersoneremo il corriere Sam Porter Bridges (che appunto fa parte della Bridges) che successivamente riceverà l’incarico di ricollegare ogni comunità per ricostruire gli Stati Uniti d’America.

Nel mondo esistono anche delle persone, tra cui Sam, affette dalle DOOMS, una condizione particolare che fa ottenere un forte collegamento con la Spiaggia e delle abilità uniche, per esempio percepire e vedere le C.A. o addirittura controllarle.
Chi non è affetto dalle DOOMS, però, può percepire le C.A. collegandosi ai Bridge Baby (B.B.), dei feti di neonati prematuri posti all’interno di una capsula che simula la placenta della madre e questi B.B. riflettono uno stato tra la vita e la morte.

Durante il lungo viaggio di Sam per ricostruire gli Stati Uniti d’America, incontreremo diverse persone e personaggi (ognuno con una propria, e più che perfetta, caratterizzazione) che lo aiuteranno e vi innamorerete sicuramente di alcuni di essi (io mi sono innamorato più di tutti di Fragile e Heartman), ma appariranno anche nemici, oltre alle C.A., come i MULI (dei corrieri come Sam diventati ossessionati dal loro lavoro e che ormai tendono ad attaccare le persone per rubare i loro carichi) e un gruppo terroristico denominato Homo Demens capitanato da uno dei principali nemici di tutto il gioco: Higgs, anch’esso, come Sam, dotato delle DOOMS.

Penso di essermi dilungato anche troppo, ma il gioco comincia proprio così (ovviamente non viene detto tutto subito, ma piano piano, ma non troppo xd), fornendo tante informazioni al giocatore per le quali ci vorrà un po’ di tempo e, soprattutto, attenzione per essere assimilate e capite del tutto, e ci sono anche altre cose che andrebbero dette, ma almeno qualcosa ve la lascerò scoprire ;)

Sappiate che in diversi momenti molte cose non le capirete subito, infatti i primi tre capitoli sono molto introduttivi a livello di storia e meccaniche di gioco (quasi alla fine di ogni missione sbloccherete nuovi oggetti e tutorial che vi farà sentire sempre appagati), mentre con il terzo capitolo arriveranno le prime rivelazioni e vi si aprirà un mondo vastissimo di cose da fare e secondo me rappresenta la vera essenza del gioco (assieme al quinto capitolo).

Col tempo ogni domanda che vi porrete avrà una sua risposta, basterà andare avanti fino a raggiungere il culmine degli ultimi capitoli (quasi alla Metal Gear Solid 4, ma non in modo così prepotente con un unico filmato che dura quasi mezza giornata lavorativa rotfl) che, personalmente, rappresentano uno dei punti più alti che un videogioco al giorno d'oggi è in grado di raggiungere sisi

AMBIENTAZIONE
Durante il lungo viaggio di Sam, esploreremo luoghi desolati come montagne (anche innevate), foreste, zone desertiche e vulcaniche e anche vecchi ruderi. Comunque l’ambientazione è palesemente ispirata all’Islanda ed è realizzata veramente da dio e non smetterei mai di girovagarci.
Vi consiglio di dare un’occhiata a questo video non spo.iler per farvi un’idea: https://www.youtube.com/watch?v=55W5ZKNr … ;)

GRAFICA
Intanto il motore grafico è il Decima Engine, creato da Guerrilla Games (con cui Kojima ha collaborato) e già utilizzato in Horizon Zero Dawn, quindi potete immaginare a che livello di rappresentazione si può arrivare... no, non potete, perchè con Death Stranding si sono veramente superati e posso affermare che è la grafica più bella mai vista in un videogioco (ovviamente tra quelli che ho giocato io), ancora di più di quella di Horizon Zero Dawn e pure di God of War (che per me rappresentava la migliore prima di Death Stranding).

Le ambientazioni sono riprodotte più che fedelmente (soprattutto le montagne, le rocce, i corsi d’acqua e le cascate) per non parlare dei volti e delle espressioni dei personaggi (soprattutto una certa scena nel finale ha un che di assurdo per essere un videogioco, sembrava di star guardando un film fermosi).

Vi fermerete più volte ad osservare il mondo desolato in cui vi ritroverete e non oso immaginare cosa sarà il sequel di Horizon Zero Dawn su PS5 con un motore grafico già così pauroso...

GAMEPLAY
In merito al gameplay ci sono tantissime cose da dire. Il focus principale di tutto il gioco sarà il viaggio intrapreso da Sam che lo porterà a viaggiare da una comunità all’altra consegnando beni di prima necessità e oggetti necessari per andare avanti con la storia principale, e sarà tutt’altro che facile: ogni viaggio andrà sempre pianificato attentamente in base al tipo di ordine che si deciderà di effettuare (ce ne sono di quattro tipi) per evitare di rimanere senza risorse o rischiando di rovinare completamente il carico se non si pone attenzione a come ci si muove.

Infatti dovremo tenere in considerazione diverse cose:
- il peso del carico: perchè Sam non è Ercole e c’è un limite a quello che può portare asd Bisognerà fare anche molta attenzione a come lo si posiziona (c’è un menu apposito che permette di fare questa cosa, anche in modo automatico) perchè Sam potrebbe barcollare o rallentare in base alla posizione e al peso del carico
- la morfologia del terreno: dovremo verificare l’eventuale presenza di ostacoli come corsi d’acqua (equipaggiandoci con una scala per superarli), dirupi (portandoci dietro un chiodo di arrampicata per poter scendere senza cadere rovinosamente) e terreni dissestati che porteranno Sam a rischiare di perdere l’equilibrio e di danneggiare il carico trasportato (per quest’ultimo punto ci sono due appositi bottoni che permettono di tenere ben ferme le braccia di Sam in modo da non fargli perdere l’equilibrio)
- le condizioni meteo: durante il viaggio potrebbe piovere o addirittura nevicare (solo in determinate zone della mappa) e questo comporta al carico che avremo addosso di rovinarsi, quindi bisognerà sempre avere da parte qualche spray riparatore che ripristinerà il carico in consegna (le risorse e gli oggetti utilizzabili, invece, non si potranno riparare ma andranno raccolti durante il viaggio o creati nuovamente) oppure bisognerà cercare un luogo di riparo finchè non smetterà di piovere/nevicare
- l’eventuale presenza di nemici (sia umani che C.A): converrà sempre evitare i nemici se possibile in quanto rischierete di rovinare il carico durante il combattimento (o addirittura perderlo nel caso dei MULI dato che tenteranno di rubarvelo), ma in caso potremo affrontarli anche in modo furtivo e con delle armi stordenti (sappiate che se ucciderete un umano dovrete portarne il cadavere all’inceneritore più vicino perchè andrà in necrosi in breve tempo e questo provocherà un cratere che vi farà riavviare la partita dall’ultimo salvataggio effettuato). Nel caso delle C.A., molte volte l’incontro sarà inevitabile e dovrete assolutamente evitarle all’inizio (andando avanti con la storia si sbloccheranno delle armi che ci permetteranno di affrontarle e ucciderle) e portarvi con voi alcuni spray riparatori per ripristinare le condizioni del carico se lo rovinerete

Come avrete capito, il viaggio di Sam non sarà affatto semplice e bisognerà tenere conto anche del suo vigore visibile tramite una barra azzurra che scenderà per ogni azione che Sam farà, tra cui portare un carico molto pesante, oltrepassare un corso d’acqua a piedi e scendere o scalare una montagna.
Il vigore si potrà ripristinare bevendo da una borraccia o una bibita (che si sbloccherà successivamente) o facendo riposare Sam tramite un apposito tasto o facendolo anche dormire per fargli recuperare più velocemente le forze (andando nella sua stanza privata delle comunità che collegherà, Sam recupererà automaticamente le forze).

Inoltre, Sam avrà a disposizione un vasto equipaggiamento che lo aiuterà nel suo viaggio di consegne e di ricostruzione degli Stati Uniti d’America: troveremo varie tipologie di armi per affrontare i diversi tipi di nemici, ma anche veicoli, oggetti e strutture come scale, chiodi di arrampicata, ponti ecc. (sarà anche possibile ricostruire delle strade per muoversi ancora più velocemente), che aiuteranno Sam nei vari spostamenti e per affrontare adeguatamente i diversi ostacoli che troverà lungo il suo cammino.

Inoltre, il gioco è realistico a tal punto che dovremo impersonarci in Sam e non dovremo fare azioni sconsiderate come scendere a piedi da un’altura anche se ci sembra poco alta perchè potremmo cadere violentemente e rovinare il carico in modo molto grave, quindi sarà il caso di utilizzare una scala per esempio, oppure scendere di corsa da una collina potrebbe farci sbilanciare per poi cadere rovinando il carico, quindi bisognerà portare pazienza e fare il viaggio a piedi senza correre, oppure evitare di andare con un mezzo in mezzo (scusate il gioco di parole rotfl) ad una pianura piena di rocce o in mezzo alla neve, casomai sarà il caso di prendere un’altra strada o di fare il viaggio a piedi.

Ricordatevi queste cose perchè è un aspetto molto importante e su cui hanno puntato molto per rendere questo gioco il più realistico possibile (e ci sono riusciti benissimo).

Raggiunta la destinazione dell’ordine/missione, otterremo una valutazione diversa in base al tipo di ordine e ciò farà aumentare anche il livello corriere di Sam in base a diversi parametri (non sto a spiegarvi tutto, sennò non finirei più xd, ma sappiate che è una cosa veramente incoraggiante e diventerà una bellissima e gratificante ossessione).

Un’altra bellissima, e soprattutto innovativa, funzionalità del gioco che lo caratterizza è il multiplayer asincrono, definito “Social Strand System”, che ha portato Kojima a definire Death Stranding come “Strand Game”, cioè un nuovo tipo di videogioco che “connette” le persone.

Questa funzionalità (che non richiede il PlayStation Plus, ma basta avere una connessione internet attiva) permette al giocatore di “connettersi” e stabilire un legame con gli altri giocatori in vari modi: ad es. le strutture che creeremo durante i nostri spostamenti come scale, chiodi di arrampicata, ponti ecc. li troveranno anche altri giocatori che potranno lasciarci dei Mi piace come ringraziamento per aver usato le nostre strutture e la stessa cosa potremo farla anche noi.
Addirittura il gioco ci permette di creare dei cartelli (prestabiliti) con varie indicazioni (per es. “Attenzione dirupo”, “Terreno scosceso”, “Nemici in zona” e tantissimi altri) che aiuteranno gli altri giocatori a evitare pericoli ecc. e che potranno contraccambiare con dei Mi piace se gli sono stati utili.

Quindi molte strutture che creeremo dovremo pensare bene a dove posizionarle perchè potrebbero aiutare anche altri giocatori oltre a noi stessi e potreste ottenere un sacco di Mi piace come ricompensa.

Va detto però che le strutture degli altri giocatori non le vedremo finchè non collegheremo la comunità del posto (perchè la mappa è divisa in zone) e la cosa ha senso sennò ogni viaggio sarebbe fin troppo facile e questo ci permette di fare un primo viaggio “pulito” e con le nostre sole forze, per poi trovare le strutture degli altri giocatori che ci aiuteranno tantissimo nei viaggi successivi.

Potremo anche stabilire dei contratti Strand con gli altri giocatori che ci permetteranno, per es., di trovare (e quindi utilizzare) più strutture create da quei giocatori.

Quindi non pensate ai Mi piace come una cosa banale: ogni Mi piace che lascerete (potranno essere lasciati anche in maniera multipla entro un contatore) farà felice l’altro giocatore e la stessa cosa varrà per voi che potrete ritrovarvi inaspettatamente dei Mi piace da altri giocatori il giorno dopo che avete lasciato in standby il gioco per una struttura che hanno utilizzato e sicuramente vi farà piacere.

Quindi non saremo mai soli durante i nostri viaggi (a parte la prima volta che ci sta) e vi sentirete parte di una grande famiglia con la vostra stessa passione.

Secondo me questa cosa è veramente geniale e vi renderete conto solo giocando di quanto sia gratificante lasciare un Mi piace ad un altro giocatore per l’aiuto che ci ha dato con la sua struttura/cartello.
Si può fare anche a meno di questa funzionalità, ma perdereste tanto, ma tanto, di ciò che il gioco offre, è praticamente nato con questo obiettivo: collegare le persone.

COLONNA SONORA E DOPPIAGGIO
La colonna sonora è uno dei punti più forti del gioco secondo me: ogni canzone sarà perfetta in ogni momento, sia durante le sequenze sceniche (molte volte vi commuoverete per la canzone di sottofondo che calzerà a pennello la scena che starete guardando, soprattutto durante il finale) sia quando viaggeremo (in alcuni momenti della storia principale, quando ci avvicineremo ad alcune location, partiranno delle canzoni che saranno semplicemente perfette e una gioia per le orecchie).

Diverse canzoni mi sono rimaste impresse tantissimo (tutt’ora ascolto continuamente l’intera colonna sonora su Spotify e YouTube) e penso che lo saranno per diverso tempo e sono contentissimo di aver scoperto il gruppo dei Low Roar (che lo trovo unico nel suo genere), i CHVRCHES e i Silent Poets.

Ecco le canzoni che ho preferito:
- BB’s Theme
- CHVRCHES
- Silent Poets: Asylums for the feeling
- Au/Ra & Alan Walker: Ghost

Riguardo al doppiaggio, ho voluto giocarlo in lingua originale in inglese sottotitolato italiano dato che giocai tutti i Metal Gear Solid in questo modo e ho preferito fare la stessa cosa anche con Death Stranding (complice anche il fatto che nel gioco i personaggi principali hanno la voce della loro controparte reale) e il risultato è stato veramente perfetto, come se fosse un film.
Comunque anche il doppiaggio italiano ha il suo perchè (l’ho ascoltato completamente quando, finito il gioco, ho riguardato tutte le sequenze sceniche su YouTube che, appunto, erano in italiano) e devo dire che è stato fatto veramente bene.

FINALE
Il finale è veramente un capolavoro, un miscuglio di rivelazioni una dopo l'altra che vi distruggerà piano piano e sempre di più, fino a raggiungere la verità, spiazzante e bellissima. Il gioco non poteva finire in modo migliore e lo rigiocherei subito da capo se ne avessi il tempo :(

Non mi dimenticherò facilmente di questo gioco perchè ci lascia con un bellissimo messaggio alla fine, cioè di dare importanza alla vita e alle relazioni umane, e che fa riflettere molto.

QUELLO CHE MI HA COLPITO
Posso dire tutto? rotfl A parte gli scherzi, è un gioco come pochissimi altri, con delle meccaniche di gioco tutte sue, di cui alcune molto innovative, e che vi rimarranno impresse.

Infatti ho apprezzato tantissimo il Social Strand System e tutto ciò che ne deriva: ad esempio il dover raggiungere ed aiutare dei piccoli insediamenti montani, tutto questo mentre si costruiscono delle strade e una miriade di strutture per agevolarsi il lavoro delle consegne, aggiunto al fatto che tutto questo è condivisibile con altri giocatori, è fantastico.

Mi ha colpito anche la straordinaria realisticità in ogni movimento e azione di Sam (è come se fossimo realmente dentro al gioco e non dovremo fare movimenti e spostamenti assurdi dato che è completamente reale, quindi occhio alle cadute, vi ho avvertito asd) e nel mondo che esploreremo.

Inoltre, mi ha colpito tantissimo la caratterizzazione di ogni personaggio principale: in particolare, al primo posto dei miei personaggi preferiti ho messo Fragile e al secondo Heartman per le esperienze che entrambi hanno dovuto passare e per il tipo di persona che sono. Subito sotto Higgs, il principale nemico di tutto il gioco, che ha avuto una caratterizzazione da villain magistrale (il doppiaggio soprattutto, sia originale in inglese che italiano più che perfetto), ed ancora più sotto Mama (sempre per le esperienze che ha passato e anche per la storia che la riguarda durante il gioco).

PREGI E DIFETTI
I pregi sono praticamente tutte le cose innovative del gioco sommate ad un finale più che perfetto e carichissimo di emozioni (lo riguarderei per ore e ore).

Se da un lato, però, Death Stranding gode di diverse cose innovative, dall'altro ha, purtroppo, dei difetti non trascurabili e che si sarebbero potuti benissimo evitare se avessero rilasciato il gioco più tardi.

Il più grande difetto, secondo me, è quello rappresentato dagli scontri in stile boss fight (di cui lascerò a voi la scoperta e a parte uno solo durante il finale del gioco) e coi nemici in generale: sono veramente troppo facili e non stupiscono molto, andrà a finire che farete sempre le stesse cose per sconfiggerli oppure cercherete di evitarli perchè vi faranno perdere tempo durante il viaggio.
Avrebbero potuto non inserire proprio gli scontri (anche perchè alla fine fanno da contorno al gioco e sarebbe stato godibile anche senza) oppure svilupparli meglio -.-

Un altro difetto, non così grave ma che avrebbe fatto molto comodo che non ci fosse, è la non possibilità di ascoltare le canzoni durante i propri viaggi, cosa che succede solamente durante le missioni principali (quindi non nel post-game) e quando si è nei pressi del luogo da raggiungere o ad un certo punto del viaggio.
Mentre scalavamo montagne o esploravamo il mondo desolato del gioco sarebbe stato perfetto poter ascoltare qualche canzone in sottofondo (vista anche la qualità altissima delle tracce scelte), mi dispiace tantissimo come cosa anche perchè si poteva pur fare in Metal Gear Solid 4, peccato :(

In merito a questa cosa, “rubo” una citazione dell’utente darti28 che ha completamente senso: “Comprendo la mancata possibilità di ascoltare i brani quando si vuole durante la storia. Non comprendo perché non dare la possibilità dopo averla finita.” sisi

Direttamente collegata è la presenza di soli dati testuali da leggere una volta sbloccati che si potevano benissimo trasformare in file audio (cosa presente in Metal Gear Solid V).

Un altro difetto è la manovrabilità dei mezzi: con la moto non ho avuto alcun problema, anzi, mentre con l’autocarro (l’unico problematico) ci sono stati diversi problemi perchè molte volte sembrava che il mezzo viaggiava sul sapone e per riuscire a tornare sulla propria strada dopo aver sbattuto contro qualcosa, o in alcune zone ripide, ce ne voleva di tempo, troppo -.-

A livello di bug, ne ho trovati veramente pochi: ogni tanto i paesaggi lontani impiegavano qualche secondo per caricarsi, soprattutto viaggiando velocemente in moto o con l’autocarro (ma ci sta vista l’altissima qualità grafica del gioco), e ho avuto qualche rallentamento, ma perchè in quel momento il gioco stava effettuando il salvataggio automatico.

Un altro difetto che alcune persone potrebbero riscontrare è la noiosità: alla lunga ad alcuni il gioco potrebbe annoiare visto che per la maggior parte del tempo effettueremo consegne, ma, se entrerete nell’ottica del gioco e la storia vi ha incuriosito, potrebbe anche diventare un’ossessione da cui difficilmente riuscirete a staccarvi o a dimenticarvi (a me, comunque, non ha mai annoiato e ci ho giocato oltre 130 ore e andrei avanti ancora asd) e vorrete vedere il puzzle completo il prima possibile (fidatevi che l’attesa verrà ripagata ;)).

Peccato veramente per i (pochi) difetti che ha perchè poteva essere veramente un gioco da 10 e lode se avessero dedicato più tempo a sviluppare queste cose, bastava veramente poco… :(

TITOLI DI CODA
Che altro dire, ho detto anche troppo xd Ma penso di essere riuscito a coprire bene ogni tematica e sono contento di averlo fatto :D

Ho adorato tantissimo questo gioco, non smetterei mai di giocarci e lo inizierei da capo se ne avessi il tempo e nessun altro gioco da voler iniziare.

Il mio consiglio è di dargli un’opportunità a prescindere di ciò che sentite in giro del tipo che è un walking simulator e che si fanno sempre le stesse cose, tutt'altro: ha una trama e delle ambientazioni pazzesche e una regia da film cinematografico e da Oscar alla pari di pochissimi altri videogiochi.

Provatelo quindi con le vostre mani in modo da trarne le vostre personali conclusioni e sappiate che i difetti che possiede alla fine incidono poco e sono molto trascurabili se paragonati a tutto il resto che il gioco ha da offrire.

Come voto avrei messo anche 10 perchè dal lato emotivo vi distruggerà fino in fondo, anche di più se può (almeno con me c’è riuscito), ma in questo caso ho voluto far pesare almeno un poco i difetti che ha.

Spero in un sequel o in un qualche altro progetto che lo riguardi, mi piacerebbe tanto :)

Non ci sono interventi da mostrare.