Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

let92 condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere let92, aggiungilo agli amici adesso.

let92

ha scritto una recensione su Assassin's Creed Odyssey

Cover Assassin's Creed Odyssey per PS4

Un passo avanti... e due indietro...

Ce ne sono di cose da dire riguardo a questo AC, sarò un po' lunghetto ma purtroppo non posso non essere obiettivo con questo capitolo. Partiamo dai pregi.
Odyssey vanta sicuramente il miglior open world mai creato da Ubisoft, è come un Black Flag ma molto più grande, anche se la componente navale non è così fondamentale come in BF, quindi se non lo avete amato potete tranquillamente buttarvi su Odyssey.
Le ambientazioni sono bellissime da vedere, alcune sono veramente magnifiche, le ritengo comunque un gradino sotto ad Origins perchè l'Egitto avrà sempre il suo fascino, ma purtroppo le hanno riciclate tantissimo e molte sono uguali tra di loro (per esempio gli accampamenti e le tombe), cosa che in Origins non è successa.
Il gameplay ha fatto un notevole passo avanti, partendo dalle basi già ottime di Origins, permettendo di personalizzare il proprio protagonista assegnandogli delle abilità tra cacciatore, guerriero ed assassino in base al proprio stile di gioco, e con una valanga di armi con le proprie caratteristiche e abilità tra cui poter scegliere.
Inoltre, un recente aggiornamento ha permesso di modificare l'estetica del protagonista mantenendo le statistiche delle armi/outfit, così non si è obbligati a tenere un set forte ma che magari non piace esteticamente.
Un'altra bella cosa è stata l'introduzione della caccia alla Setta di Cosmos (gli antagonisti del gioco). Durante un filone della storia principale bisognerà appunto uccidere i membri di questa setta misteriosa e per farlo dovremo trovare degli indizi sparsi per il mondo di gioco o semplicemente andare avanti con la storia principale. Alcuni membri stessi possiedono un indizio per trovare un altro membro e questa cosa mi è piaciuta tantissimo, ma ha un difetto che spiegherò dopo...
Finiti i pregi, parliamo dei difetti...
Innanzitutto secondo me poteva benissimo non uscire un anno dopo Origins, visti anche i numerosi difetti (più narrativi che altro) che si porta dietro e soprattutto perchè Ubisoft continua a non imparare dai suoi errori, cioè smettere di far uscire un AC all'anno.
Nel gioco è stata introdotta la questione delle scelte: all'inizio dovremo decidere se impersonare Alexios o Kassandra. Senza fare spo.iler, i due sono legati tra di loro, ma la storia di Kassandra è quella canonica, quindi valida per la saga. Andando avanti dovremo scegliere delle risposte da dare in diversi momenti della storia principale che si ripercuoteranno sul finale o comunque sulla fine di alcuni personaggi. Questa cosa in AC secondo me poteva essere benissimo evitata perchè la natura dell'Animus non dovrebbe permetterlo visto che riviviamo un passato già scritto, non esiste che scriviamo noi il passato. O mi aggiungi un'opzione per permettere di vedere le diverse conseguenze alle scelte fatte (alla Detroit quindi, che non vedo l'ora di rigiocare e concludere al 100%) oppure mi fai una storia e basta. Inoltre, questa cosa delle scelte ha impedito la presenza dei filmati che si guardavano e basta e tante volte mi sono ritrovato a pensare a cosa avevano appena detto i personaggi quando dovevo dare una scelta perchè avevo perso il filo del discorso. Inoltre i personaggi, sia principali che secondari, hanno dei movimenti buttati lì giusto per muoversi un poco (ho odiato per tutto il gioco quando si mettevano con le braccia sui fianchi) e mancano totalmente di espressività e sentimenti. Spero che nei prossimi capitoli questa cosa non ci sia...
Le missioni secondarie potevano essere decisamente di meno e più variegate, alla fine tutte ti dicono di andare a cercare qualcosa/qualcuno e di riportarlo al mandante.
I difetti più grandi invece sono quelli narrativi: il gioco inizia lento e solo dopo un po' la storia si evolve e prende una bella piega, ma per quasi tutto il tempo mancherà di mordente ed entusiasma meno di quella di Origins che portava delle belle scene anche dal lato sentimentale.
Ad un certo punto la storia principale si dividerà in tre quest separate, famiglia, Setta e Atlantide. Ogni quest ha il proprio finale (quello della famiglia ne ha 9 alternativi mi pare), ma tutti alla fine mancano di mordente e lasciano il giocatore (soprattutto quelli storici) con troppe domande. E poi i titoli di coda non esistono, non cosa cosa volesse intendere Ubisoft con questo :hmm:
Inoltre, quando si uccideva un membro della Setta di Cosmos non c'è nessun dialogo tra il protagonista e il membro, potevano aggiungere come in Origins il corridoio della Duat, magari in salsa greca, o comunque simile all'Animus, o almeno un piccolo discorso prima di uccidere il membro -.-
Sono arrivato alla fine finalmente, contenti eh? xd
Secondo me hanno voluto mettere troppa roba dentro, senza una reale conclusione e neanche realizzata pienamente, alla fin fine è venuto fuori un qualcosa di confuso e ti lascia con tantissime domande, troppe.
Per concludere, per gameplay, mappa e funzionalità questo AC è una spanna sopra a tutti gli altri capitoli, ma in fatto di storia e lore della saga siamo un passo indietro purtroppo, anzi due: uno per la storia nel passato e uno per la storia nel presente...

let92

ha scritto una recensione su Hellblade: Senua's Sacrifice

Cover Hellblade: Senua's Sacrifice per PS4

Arrivederci Senua...

Che gioco meraviglioso, imponente, fortemente emotivo. Alla fine della recensione, linkerò la recensione di un altro utente di Ludo che mi ha colpito moltissimo :)
Senua è una ragazza nordica afflitta dalla psicosi (per colpa della quale sente diverse voci dentro la sua testa che le dicono cosa fare e non) che si mette in cammino per ritrovare il suo amato Dillion.
Il poter sentire le voci che sente Senua sono una sensazione particolare ed unica, che ci fa capire veramente come possono sentirsi le persone afflitte da questo tipo di problemi (povere...), consiglio vivamente di giocare il gioco con le cuffie per sfruttare appieno questa cosa.
Durante il suo percorso, troveremo delle statue che raccontano anche un'altra storia molto interessante riguardo alla mitologia norrena e che non è più possibile ritrovare a meno che non si inizia nuovamente il gioco (in pratica bisogna fare due run per il platino. Il recupero di tutte queste statue sblocca una scena poco prima del finale. Peccato per questa cosa, la farò più avanti :)
Le ambientazioni che incontreremo sono veramente bellissime, molto simili anche ad Horizon Zero Dawn e mi pento di non aver fatto alcun screenshot -.- Lo rigiocherò con calma almeno un'altra volta per salvarmi i paesaggi stupendi :)
Il combattimento non l'ho trovato così noioso come molte altre persone hanno detto, anzi, va capito e provato con calma per padroneggiarlo al meglio.
Durante il corso della storia troveremo anche diversi enigmi, alcuni frustranti, ma mai impossibili. Li ho trovati veramente geniali (intendo come implementazione in un gioco).
La colonna sonora è da capolavoro: l'ho trovata perfetta in ogni momento, soprattutto durante lo scontro finale e durante i titoli di coda. Mi ha fatto venire i brividi in questi due momenti.
Riguardo al permadeath e alla cancellazione del salvataggio: non esiste questa cosa, ho letto in giro che anche morendo 50 o 100 volte non succede nulla, gli sviluppatori hanno detto di aver messo questa citazione nel gioco (compare quasi all'inizio) come per portare Senua a non morire e a salvare sè stessa con tutta sè stessa.
Inoltre, consiglio vivamente di guardare il documentario/dietro le quinte una volta finito il gioco. Gli sviluppatori raccontano come sono partiti con l'idea di questo gioco, mostrando tutte le persone che hanno partecipato allo sviluppo (esperti, organizzazioni ecc.) e pure persone afflitte dagli stessi problemi di Senua. Quelli di Ninja Theory hanno fatto veramente un enorme lavoro e non possono che essere rispettati e onorati per questo.
Ho sentito anche che il gioco ha vinto diversi premi, tutti meritati secondo me.
Riguardo al finale: è perfetto, fortemente emotivo e da brividi, mi ha lasciato senza parole, ho ripensato a tutto il viaggio che ha dovuto fare Senua per arrivare fino alla fine, non poteva prendere un'altra scelta, ha dovuto fare quello che ha fatto per poter andare avanti. Spero che ci sia un sequel, lo gradirei tantissimo. Arrivederci Senua...
P.S. Come ho anticipato sopra, cito la recensione del buon Cthulhu che mi è piaciuta tantissimo ed è perfetta per questo gioco, spero che la leggerete :)
https://www.ludomedia.it/cthulhu-18997?v …

let92

ha scritto una recensione su Shadow of the Colossus

Cover Shadow of the Colossus per PS4

Un capolavoro come pochi

Lo so che lo sapete già, questo gioco è un capolavoro fin dalla PS2 e non posso che confermarlo.
Purtroppo non ho avuto modo di giocarlo nè su PS2 nè su PS3, infatti ho avuto tantissima fortuna che Sony lo ha riproposto pure su PS4 e quindi stavolta non me lo sono fatto scappare (peccato solo che la Special Edition non è uscita in Europa -.- L'avrei presa senza pensarci).
Ho amato il gioco fin dall'inizio: la trama viene messa in chiaro dalla prima scena e praticamente tutto il gioco è uno scontro continuo con boss, cioè i 16 colossi che il protagonista Wander dovrà sconfiggere per poter "salvare" una sua amica.
Per combattere i colossi disporremo solo di arco e frecce e di una spada antica che ci indicherà anche il luogo dove riposa ogni colosso.
Ogni colosso ha dei punti deboli che dovremo identificare tramite la spada di Wander e cercare di colpire interagendo con l'ambiente esterno e con le armi di Wander, sempre accompagnato dal suo fedele compagno Agro, un cavallo femmina.
Il gioco ha una grafica pazzesca per essere una remaster, Bluepoint ha fatto un lavoro enorme e gli vanno solo che lodi.
Enorme merito anche per la colonna sonora, sempre azzeccata e bellissima da sentire.
Ogni scontro mi è piaciuto tantissimo, alcuni colossi mi hanno fatto scervellare per molto tempo e gli ultimi scontri sono veramente epici (quando caricherò gli screenshot scriverò anche cosa ne penso di alcuni :)).
Solamente la telecamera e i comandi a cavallo mi hanno dato un po' di fastidio, abbastanza lenti e alla lunga tediosi.
Il finale ci sta, ma mi ha lasciato allo stesso tempo vuoto, come se mancasse qualcosa o che mi aspettavo un finale diverso, con una voglia di rigiocarlo subito altissima, ma ho preferito dedicarmi ad altro dato che ho tanti altri giochi da voler iniziare.
Ho letto in rete anche che tramite dei collezionabil e le altre modalità di gioco i si sbloccano degli equipaggiamenti molto fighi da avere e si può anche visitare il tempio, però è molta laboriosa come cosa e anche per questo ho voluto dedicarmi ad altro, ma con calma recupererò tutto quanto e giocherò il gioco anche nelle altre difficoltà e modalità per sbloccare le immagini nella galleria e gli altri oggetti.
Non posso quindi che consigliare questo capolavoro, reso ancora meglio con questa edizione per PS4, non ve ne pentirete! ;)

let92
Cover The Awesome Adventures of Captain Spirit per PS4

Forza Chris!

Comincio dicendo che io non posso continuare a giocare a questo tipo di giochi sennò continuerò a dare 10 a tutto rotfl
Questo gioco racconta la storia di un bambino di nome Chris amante, se non di più, dei supereroi ed è anche convinto di possedere dei superpoteri.
Purtroppo è un bambino rimasto orfano della madre e il padre, di nome Charles, è un alcolista che ha anche avuto problemi sul posto di lavoro per la sua arroganza e perchè beveva durante il turno.
Durante il gioco potremo interagire con determinate cose ed oggetti della vita di Chris, come in Life is Strange (gli sviluppatori di fatto sono gli stessi ed è un'ottima cosa), e ripenseremo a quando eravamo noi bambini con molte passioni, anche stupide per noi oggi.
La grafica è veramente bella da vedere e la colonna sonora è perfetta in ogni momento (complimenti agli sviluppatori).
Non mi sono mai annoiato e avrei voluto che durasse anche di più, ma il gioco è completamente gratuito e dobbiamo rendere onore agli sviluppatori per questa scelta. Comunque, l'avrei preso anche se fosse stato a pagamento.
Riguardo al finale: sono una persona molto sensibile e mi faccio intenerire molto da determinate situazioni e comportamenti, come è successo anche con questo finale. Non voglio sbilanciarmi troppo, ma ho pianto per il discorso finale tra Chris e suo padre e per la scena seguente (forza Chris!).
Per concludere: non posso che consigliare questo gioco, a mani basse se vi piacciono questi tipi di giochi, ma anche per il fatto che è gratuito, e anche se siete interessati a Life is Strange 2 perchè questo gioco rappresenta un "prequel" ed è ambientato nello stesso universo di LIS.
Per concludere una seconda volta: cito una frase che ha scritto il buon Tiziano_1992 che mi ha colpito moltissimo.
"Quello che ora potrà sembrarvi stupido o irrilevante, una volta era tutto il nostro mondo".
Ha ragione vero? Del resto, dentro di noi, anche noi siamo ancora dei "bambini" che giocano ai videogiochi, ma non è un difetto o un problema, vogliamo essere noi così e ci divertiamo in questo modo, forse anche per distoglierci almeno un po' dalla realtà e pensando di essere noi stessi dei supereroi in ogni gioco a cui giochiamo :)

Non ci sono interventi da mostrare.