Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.
Cover Devil's Third

Sviluppato da Valhalla Game Studios e prodotto da Nintendo, Devil's Third è un gioco d'azione uscito il 28 agosto 2015 per Wii U · Pegi 18+ · Link: nintendo.it

Dalla mente creativa del leggendario designer Tomonobu Itagaki arriva Devil's Third per Wii U, uno sparatutto esagerato in terza persona che combina l'armamento militare più moderno con combattimenti con la spada in stile ninja e lotte corpo a corpo. Il gioco è caratterizzato da una visione unica che dà vita ad una modalità online profonda e complessa, che mescola azione, gestione di risorse e strategia.
Prendi il controllo di Ivan, un ex mercenario che è stato scarcerato per abbattere un losco gruppo di cui faceva parte. Ivan deve usare una vasta selezione di armi per colpire, attaccare e farsi strada tra i nemici che si frappongono sulla sua via verso la redenzione. Tra combattimenti frenetici e mosse finali spaccaossa, la vita di Ivan è tutto tranne che ordinaria…
La modalità multiplayer online del gioco offre invece un grigio futuro in cui il caos regna incontrastato. Nei panni di un ordinario cittadino, puoi unirti a un clan e offrire il tuo supporto per reclamare gli Stati Uniti, formando alleanze con altre fazioni, o lanciarti come mercenario all'assalto di basi di altri giocatori, optando per l'anarchia invece che per la diplomazia fra i clan! Ma il fulcro del gioco online è la possibilità di personalizzare la tua base insieme ai membri del tuo clan, grazie alle ricompense guadagnate in battaglia che possono essere usate per migliorare le difese. A causa dei costanti attacchi da altri clan, dovrai darti da fare per difendere il tuo territorio.

5.8

Recensioni

13 utenti

Altar

ha scritto una recensione su Devil's Third

Cover Devil's Third per Wii U

E' proprio vero ! Certi titoli vengono spesso apprezzati esclusivamente dalla vecchia guardia del gaming; complice la realizzazione dei giochi odierni, con grafiche pompate, multiplayer online, microtransazioni eccetera: e di conseguenza ne risente l'immagine generale che verrà associata al prodotto finito.

Ma non è detto che la critica specializzata (sempre se di "Specializzata" si può parlare) centri sempre il punto focale di un gioco o riesca a carpirne l'essenza.
Questo succede proprio con Devil's Third, un lavoro con una realizzazione travagliata ed incompleta, che ha subito aspre critiche su quasi tutti i fronti; alcune con piena ragione, altre decisamente forzate.
Forse Tomonobu Itagaki (Ninja Gaiden, Dead or Alive) in passato ci ha abituati un pò male, ma nonostante la mole di difetti che permea questa sua creazione realizzata affianco a Valhalla Games, il suo tocco non manca.

Tecnicamente ci si ritrova per le mani un TPS d'azione con una discreta varietà di gameplay, in cui è possibile alternare le sparatorie con combattimenti corpo a corpo e all'arma bianca, con livelli lunghi e frenetici, farciti di nemici e boss maledettamente ostici; contro le quali "morire" più volte non sarà opzionale ma quasi una routine.
Questo purtroppo farà storcere il naso a molti giocatori, ma del resto si tratta di un lavoro di Itagaki..... avevate dubbi sulla difficoltà ?
Fortunatamente per noi, il sistema di controllo è semplice ed intuitivo.

Ed ora un commento sulla realizzazione, la vera nota dolente: la grafica ad esempio (quella che "non conta" per nessuno) è abbastanza curata ma appartiene praticamente alla scorsa generazione. Nulla di così grave a conti fatti, ma purtroppo presenta errori nelle collisioni di poligoni e sporadici cali di framerate, e a volte anche qualche telecamera farlocca. Non mina troppo l'esperienza di gioco, ma certamente non giova.
Il sonoro si trova in quel limbo "senza infamia e senza lode", con musiche d'ambiente ed effetti sonori altalenanti; nulla che vi rimarrà particolarmente impresso.
Essendo già chiusi i server per le partite online, ne risente anche la longevità, ridotta ormai al mero single player e alla sua dozzina di ore standard.

Leggendo queste righe forse qualcuno si sarà fatto l'idea di un gioco difficile e scadente, ma credetemi quando vi dico che ha del serio potenziale. Il personaggio di Ivan ha carisma da vendere ed il divertimento non manca; aggiungeteci anche un elevato grado di sfida, e forse vi renderete conto che si tratta di un titolo destinato a diventare un cult con il tempo, capace perfino di ritagliarsi la sua piccola schiera di fan.

Peccato per la realizzazione travagliata..... ma ve lo immaginate se invece di Valhalla, Itagaki avesse avuto tutto il tempo ed il suo vecchio team ?

Kazuma Kiryu

ha scritto una recensione su Devil's Third

Cover Devil's Third per Wii U

Mi sono accorto solo oggi di non aver mai recensito questo titolo.
Fiero sostenitore di Devil's Third fin dal suo day one, ne conoscevo giá a priori la travagliata realizzazione e i grandi problemi che portava con se, tuttavia conoscendo il tipico game design di Itagaki, sapevo che sicuramente nel complesso non mi avrebbe deluso e cosí é stato. Caratterizzato da un concept di gioco tipicamente old school tipico degli action/hack 'n slash nipponici, sul filone dei Ninja Gaiden, per rimanere in tema made in Itagaki, Devil's Third é trash e divertente, nonostante i difetti tecnici che mette in mostra, tra tutti frame rate non sempre stabile e comparto tecnico caratterizzato da alti e bassi. La sostanza peró c'é e diverte per quello che dura la campagna in single player. Personalmente lo reputo uno dei titoli third party piú interessanti della softeca Wii U ed il gameplay é molto variegato grazie alla presenza delle armi bianche e le armi da fuoco, cosa che lo rendono un ibrido molto interessante tra hack'n slash e tps. Se non vi spaventate di fronte a difetti tecnici comunque trascurabili ed amate il concept legato agli hack'n slash tipicamente nipponici, Devil's Third é un titolo sicuramente da provare. Lo preferisco di gran lunga alle pacchionate post No More Heroes di Suda 51, tanto per restare nella stessa tipologia di gioco e di design.

7

Voto assegnato da Kazuma Kiryu
Media utenti: 5.8 · Recensioni della critica: 5

Vagitarian

ha scritto una recensione su Devil's Third

Cover Devil's Third per Wii U

Non è bello ciò che è bello ma è bello ciò che piace. Anche se brutto.

Se ne sono dette di ogni sull'ultima opera di Itagaki, perlopiù a ragione in quanto proporre un titolo così datato e in ritardo di una se non due generazioni al giorno d'oggi non ha scusanti di sorta, budget compreso, tanto che il tutto pare realizzato da un team di completi esordienti poiché ogni sua componente presenta più difetti che pregi, ingenuità di ogni sorta, approssimazione pressoché totale, legnosità nei controlli, cali di frame, una scrittura elementare ed elementi derivativi a ogni piè sospinto, eppure mi ha ugualmente divertito, rievocando ricordi e sensazioni che mi hanno immediatamente trascinato indietro nel tempo facendomi tornare teenager, quando titoli del genere erano all'ordine del giorno e su PS2 macinavo ore su ore tra Action ed FPS (tanto che avrebbe fatto la sua porca figura nelle collezioni di molti noi, nonostante l'annata - ma pure la decade - sia un'altra), elementi che Devil's Third propone allo stesso tempo in concentrato di duelli all'arma bianca (con un'arsenale variegato tra katane, machete, mazze, accette...) e le consuete bocche da fuoco, con un sistema di puntamento non certo ottimale ma riuscito nel suo continuo switch tra prima e terza persona. Lo stesso dicasi per le fasi melee, anch'esse poco più che accennate ma ugualmente soddisfacenti, non fosse per un bilanciamento a dir poco approssimativo della difficoltà, tra picchi assurdi con nemici dove appena valichi una porta ti aspettano a fucili spianati non dandoti nemmeno il tempo di estrarre o boss fight dove una semplice mossa può bastare a metterti k.o. Ovviamente non funziona sempre così, va un po' a culo, ma nei primi 2000 costumava così (ah già, questo però è del 2015).
Benché a conti fatti, visuale a parte, non mostri nulla di nuovo, ma proprio nulla di nulla, è comunque piacevole questo "reminder" di situazioni vecchio stile, annesso giro per il globo, tra boss giganti, combattimenti a bordo di aerei, fasi di guida, elicotteri da abbattere a suon di missili, destreggiandosi tra terroristi, ninja, mutanti, mimetiche ottiche e così via, in un condensato di ignoranza e ingenuità narrativa da far impallidire anche il peggio scribacchino, mixando il tutto nella speranza che infarcendolo il più possibile almeno una cosa potesse andar giusta, e invece no, ma se non ci si pone il problema, e nemmeno la domanda (e vi giuro ce appena entrati nel mood di gioco accadrà senza sforzarsi) tutto fila liscio e probabilmente vi dispiacerà anche un pochino che questa trashata degna del peggior film di Robert Rodriguez, interpretato da un cane pari a Vin Diesel, finisca quando invece poteva far calare ulteriormente il livello qualitativo.
Poco importa se il doppiaggio è appena sufficiente, se i proiettili quando deflagrano paiono di gomma piuma, dei collezionabili inutili e messi a caso, delle ondate casuali di pipistrelli manco fosse un vecchio Castlevania, dell'inutilità del Pad che non viene minimamente supportato, perché il senso di nostalgia che ancora alberga nei giocatori un po' più navigati riaffiorerà come d'incanto nel rivedere situazioni che credevamo (e speravamo in è più di qualche caso) dimenticate e superate, perché Devil's Third incarna più di ogni altro il ruolo di mosca bianca nell'attuale panorama videoludico, dove prodotti del genere, a prescindere dalla loro effettiva qualità, non appaiono quasi come più degni d'essere prodotti, come se si parlasse di prodotti superati o privi di attrattiva, pertanto, se avete voglia di farvi un tuffo nel passato e avete un debole per le trashate sconclusionate provate The Devil's Third, senza dubbio più valido come prodotto ringiovanente che come gioco, ma ugualmente divertente.

6.5

Voto assegnato da Vagitarian
Media utenti: 5.8 · Recensioni della critica: 5

Loli Hanta

ha scritto una recensione su Devil's Third

Cover Devil's Third per Wii U

No, no, NO.

F A S C H I F O A L C A Z Z O .
Il gioco mescola componenti di vari generi di videogiochi e lo fa malissimo.
L'IA dei nemici è imbarazzante: i boss non sono difficili perché sono difficili e ci vogliono riflessi e strategia, ma sono quasi impossibili perché la difficoltà è calibrata malissimo. I boss sono praticamente invulnerabili perché non avrete mai il tempo di contrattaccare perché sono capaci di utilizzare millemila combo nell'intervallo di un nanosecondo.
L'online faceva pietà a causa delle microtransazioni gestite malissimo e ciò sbilanciava molto il gameplay. Un vero peccato perché il multiplayer concettualmente era veramente innovativo.

3

Voto assegnato da Loli Hanta
Media utenti: 5.8 · Recensioni della critica: 5

Non ci sono interventi da mostrare.