Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

ChrisMuccio condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere ChrisMuccio, aggiungilo agli amici adesso.

ChrisMuccio
Cover Asterix & Obelix: Kick Buttix per PS2

Dopo diverse avventure dalla qualità altalenante viste negli anni precedenti, era lecito attendersi qualcosa di più da Asterix & Obelix XXL, primo titolo degli irriducibili Galli ad apparire sui sistemi a 128-Bit.
Il gioco ha sicuramente dei punti di forza, a partire da un ritmo di gioco sostenuto, un buon equilibrio tra combattimenti ed enigmi, e l’immancabile atmosfera tipica delle avventure di Asterix. Garantita anche una buona varietà scenica grazie alla presenza di diverse ambientazione sparse per tutto il vasto territorio dell’Impero Romano.
L’opera Atari si perde però per strada a causa di un Gameplay a lungo andare ripetitivo, generalmente semplice e con problemi di telecamera che rendono tediosi alcuni scontri e passaggi. E per arrivare al termine del gioco sono necessarie solo alcune ore, senza che ci siano poi motivi concreti per rigiocarlo non appena finiti i titoli di coda.
Insomma, siamo davanti a una produzione che di “XXL” ha poco, sebbene ci siano tutte le carte in regola per fare colpo almeno sui più grandi fan dei guerrieri gallici creati da Goscinny e Uderzo nel lontano 1959.
Ma su PS2 ci sono diversi Action/Platform ben più variegati, godibili e curati rispetto ad Asterix & Obelix XXL, che intrattiene senza però lasciare un ricordo indelebile.

LA RECENSIONE COMPLETA QUI: https://rysegames.forumfree.it/?t=773817 …

6.5

Voto assegnato da ChrisMuccio
Media utenti: 7.4

ChrisMuccio

ha scritto una recensione su Days Gone

Cover Days Gone per PS4

Bend Studio era chiamato alla sua prova più imponente, dopo alcuni anni di silenzio e alcune produzioni per console portatili. Dopo uno sviluppo con qualche problema e diversi rinvii, il promettente Days Gone arriva in esclusiva PlayStation 4 promettendo un’esperienza Open World post-apocalittica memorabile.
Un’opera ambiziosa, che punta molto in alto. E che alla fine su alcuni aspetti riesce a fare centro, basti pensare in particolare al comparto narrativo: pur senza offrire nulla di originale, è nella storia che il titolo trova uno dei suoi punti di maggior forza, essendo narrata in maniera convincente e con personaggi in gran parte credibili e ben caratterizzati, con rivelazioni ben gestite e uno sviluppo degli eventi accattivante seppur prevedibile in buona parte.
E convince anche lo splendido mondo di gioco ideato dagli autori, vasto e pieno di sorprese, che ci mostra una realtà degradata realistica ed evocativa, rendendo un intrigante piacere esplorare queste terre pericolose e le sue cittadine abbandonate, popolate da Furiosi pronti a banchettare sui nostri resti dopo averci fatto a pezzi. La pregevole realizzazione visiva (al netto di alcuni problemi tecnici) e l’accompagnamento musicale contribuiscono a rendere ancora più coinvolgente l’atmosfera che si respira girovagando per le terre dell’Oregon.
C’è tanto, tantissimo da fare in Days Gone, tra un’avventura principale piuttosto longeva e una gran quantità di incarichi e attività collaterali da portare a termine in sella alla propria moto, la nostra migliore amica da curare costantemente in modo che non ci abbandoni nei momenti cruciali.
Ludicamente è piuttosto vasto, tra sparatorie, combattimenti corpo a corpo e approcci silenziosi per eliminare qualunque nemico, umano o infetto che sia, senza che nessuno si accorga della nostra presenza.
Ci sarebbero quindi tutte le carte in regola per offrire una produzione memorabile. Eppure, qualcosa va storto facendo inceppare un ingranaggio in principio ben oliato.
Il vero, grosso problema di Days Gone è che, nonostante tutto ciò che ha da offrire, tutto il suo impianto videoludico è profondamente ripetitivo, sia per quanto riguarda la storia principale, sia per le attività secondarie. Tutto si ripete costantemente nel corso delle svariate decine di ore di gioco, facendo in certi momenti passare la voglia di cimentarsi in ogni incarico a nostra disposizione.
Non aiuta un grado di sfida non perfettamente equilibrato, che tende a semplificarsi sempre di più una volta ottenuti tutti i potenziamenti più incisivi e facendo così venire meno quella sensazione di lotta per la sopravvivenza che si avverte nelle prime fasi di gioco, quando le risorse ancora scarseggiano e le forze ancora devono essere sviluppate. Gli scontri con i nemici umani, infine, lasciano un certo retrogusto amaro a causa della mediocre I.A. che li muove, rendendo poco stimolanti questi combattimenti.
La base per fare bene c’era, ma non tutto è stato sfruttato nel migliore dei modi.
Ancora una volta, Days Gone ci mostra quali sono le croci e delizie dei sempre più dilaganti Open World: sono opere che in molti casi favoriscono l’accumulo alla sostanza, bombardando il giocatore di contenuti e missioni sia primarie che secondarie da affrontare, ma con tutti questi elementi che scadono alla fine nella ripetitività, nella mancanza di idee e negli schemi più elementari per riuscire a intrattenere. Avere tanti contenuti è sicuramente utile per tenere impegnato a lungo il giocatore, lasciandogli la libertà di approcciarsi come ritiene più opportuno al mondo che gli sviluppatori gli hanno messo a disposizione. Ma nel momento in cui ci si rende conto che l’essenza di questo mondo è più quantitativa che qualitativa, ecco che quella libertà diviene fittizia, spingendo invece a voler arrivare subito in fondo senza dover perdere tempo a compiere azioni e incarichi tutti uguali.
Days Gone cade in questa trappola, non riuscendo quindi a imporsi in maniera brillante. Ma almeno nel suo calderone ci sono anche tante pietanze saporite che lo rendono gustoso a dosi adeguate, pertanto vale la pena assaggiarlo, nonostante tutti i suoi limiti.

LA RECENSIONE COMPLETA QUI: https://rysegames.forumfree.it/?t=773736 …

7

Voto assegnato da ChrisMuccio
Media utenti: 8.5 · Recensioni della critica: 8.1

ChrisMuccio

ha scritto una recensione su Battlefield 3

Cover Battlefield 3 per PS3

Battlefield 3 non riesce ad imporsi come l'FPS eccelso che poteva e doveva essere, a causa soprattutto di un Single Player davvero troppo sottotono, poco appassionante e che finisce molto in fretta. Senza inoltre dimenticarci del fatto che non propone assolutamente nulla di incisivo o in grado di lasciare stupito il giocatore, che di FPS fin troppo simili tra loro all'epoca ne aveva davvero fin sopra la testa. Manca la cura, la dedizione e l'impegno visto nella realizzazione dei due Battlefield: Bad Company, ben più impressionanti in termini di meccaniche e distruttibilità dell'ambiente circostante.
Il titolo DICE riesce a risollevarsi solo grazie a un solido comparto Online, che resta in fondo il suo aspetto principale: chi cerca dunque un titolo da giocare in rete, allora questo Battlefield 3 merita di essere tenuto in considerazione. Il notevole realismo della guerra qui rappresentata è poi un ulteriore punto a suo favore.
Ma anche se il comparto Online riveste il ruolo primario all'interno della produzione, non si può comunque usare come "scusa" per un Single Player così poco allettante e breve, fatto di missioni poco creative, lineari e senza sorprese. Le versioni Console, inoltre, dal punto di vista tecnico non si presentano neanche al massimo della forma, con diverse sbavature di contorno che rovinano in parte una resa grafica altrimenti davvero ottima; stesso discorso anche per il comparto sonoro, con musiche di sottofondo anonime alle quali fa da rovescio della medaglia una realizzazione altamente realistica degli effetti sonori.
E’ vero peccato che Battlefield 3 non sia riuscito a rispettare le elevate attese che si erano create nei mesi precedenti il debutto sul mercato, con EA che lo spingeva al punto da farlo passare come "L'FPS definitivo". Così non è stato, assolutamente. Una chance comunque la può meritare non essendo nel complesso una produzione terribile, ma neanche quello Sparatutto sconvolgente che era stato promesso, rivelandosi invece inferiore a quanto fatto con le precedenti iterazioni del brand.

LA RECENSIONE COMPLETA QUI: https://rysegames.forumfree.it/?t=611281 …

6.5

Voto assegnato da ChrisMuccio
Media utenti: 8.2 · Recensioni della critica: 8.8

ChrisMuccio

ha scritto una recensione su Spider-Man (2002)

Cover Spider-Man (2002) per GameCube

Ispirato all’omonimo film uscito nel 2002, Spider-Man si rivela il tipico Tie-In senza infamia e senza lode, che saprà fare colpo sugli amanti del personaggio e dell’opera cinematografica, ma che in chiave puramente ludica non ha il coraggio di osare limitandosi a riprendere quanto visto nei titoli dedicati all’Uomo Ragno che Activion ha realizzato negli anni precedenti.
Il titolo ha i suoi momenti piacevoli, soprattutto quando si dondola tra i palazzi nei livelli aperti, quelli realizzati con più cura; viceversa, gli stage ambientati in spazi più ristretti lasciano maggiormente a desiderare, soprattutto a causa di una telecamera confusionaria che rende difficile destreggiarsi tra corridoi e combattimenti. Riguardo quest’ultimo aspetto, l’impostazione è la medesima vista nei giochi usciti su PlayStation, pur godendo però di un quantitativo maggiore di mosse e combo. Piacevoli e sufficientemente creative, invece, le Boss Fight.
Altre note negative sono rappresentate da un grado di sfida spesso permissivo e da una longevità risicata dell’avventura principale, sebbene la rigiocabilità sia sorretta dai diversi extra da sbloccare.
In termini d’atmosfera si replica in maniera convincente lo stile delle avventure di Spider-Man, aiutato anche da una veste grafica ben fatta. Meno incisivo il sonoro, sia per quanto riguarda le musiche, sia il doppiaggio.
Nel complesso non si può certo dire che questo Spider-Man sia da buttare via e, anzi, si dimostra nel complesso dignitoso e regala qualche ora di spensierato divertimento. Il problema però è che in questo caso era lecito attendersi un lavoro ben più convincente trattandosi di un Tie-In molto pubblicizzato e sul quale Activision puntava forte. Il risultato finale, alla fine, non riesce a convincere appieno, a meno di non essere grandi fan del personaggio.

LA RECENSIONE COMPLETA QUI: https://rysegames.forumfree.it/?t=773592 …

6.5

Voto assegnato da ChrisMuccio
Media utenti: 6.5

Non ci sono interventi da mostrare.