Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Lordjashin condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere Lordjashin, aggiungilo agli amici adesso.

Lordjashin

ha pubblicato un'immagine nell'album Le mie TOP annuali

*Top 10 2022*

10) LITTLE NIGHTMARES
Grazie al plus ho potuto recuperare questo titolo indie di cui si parlò abbastanza alla sua uscita. LN, nonostante non sia un amante degli horror, ha saputo conquistarmi con il suo fascino bizzarro e stravagante. Dal mio punto di vista una metafora sulla vita del consumismo e della discriminazione.

9) CRASH 4
Il grandissimo ritorno della mia saga preferita da bambino. Crash 4 ha saputo intrattenermi e farmi imprecare come mai nei suoi predecessori...il tutto è condito da una difficoltà davvero notevole e da stratagemmi e level design sopraffini. Se volete mettervi alla prova con un platform impegnativo fa al caso vostro.

8) ZELDA: MAJORA'S MASK
E qui ho sofferto. Se da un lato atmosfera, concept di gioco e gameplay sono di primissima qualità (motivo per cui si trova qui), dall'altro è il primo Zelda ad avermi messo davvero in difficoltà sulle strade da seguire e sugli enigmi ambientali, così tanto da aver bisogno delle guide in alcuni casi. Frustrazione a parte resta un titolo davvero fuori di testa che ha osato e dato tanto.

7) HORIZON FORBIDDEN WEST
Per qualità tecnica e visiva meriterebbe il primo posto. Tuttavia il suo essere così more of the same non gli ha dato il giusto fascino. Come sequel migliora davvero ogni cosa del primo, però la sensazione di "cosa già vista" mi ha accompagnato dall''inizio alla fine non facendomi godere appieno un open world fantastico.

6) HADES
E' da un pò che ho imparato ad apprezzare i roguelike e la loro dipendenza, motivo per cui qualche anno fa Hades passò completamente in sordina nonostante i riconoscimenti. Non è un gioco che mi ha dato dipendenza come altri suoi colleghi, ma cavolo se è stato davvero divertente.

5) RATCHET & CLANK: RIFT APART
Il solito R&C, il solito humour, il solito gameplay, il solito spettacolo. E' tutto così dinamico e caotico che ti lascia senza respiro... non c'è un momento di pausa, si spara, salta e schiva per più di 10 ore continuamente e il tutto è condito da una veste grafica e tecnica di ottimi livelli.

4) ZELDA: THE WIND WAKER HD
Uno Zelda atipico questo, con il fulcro dell'esperienza la navigazione e la scoperta delle isole in un mondo dominato dal mare. Un concept bellissimo e un idea molto originale, senza considerare il suo essere molto puccioso e da meme (le facce di Link valgono tutto) ma comunque serio e profondo nei momenti di maggior phatos. Un altro centro per questa saga che continua a sorprendermi man mano che la scopro.

3) CUPHEAD
Saliamo sul podio con un titolo che ho occhiato da anni. Non starò ad elencare lo spettacolo dello stile, disegni e animazioni di questo capolavoro perchè sarei scontato, ma voglio invece condividere con voi la mia personale esperienza. Ebbene la primissima run l'ho giocata in coop senza sapere la follia che io e il mio collega Tacat stavamo facendo. I santi sul calendario mi pregavano di star zitto, e il pad ha rischiato varie volte la vita. Sul serio, non pensavo assolutamente che in coop il gioco fosse enormemente più difficile asd però la soddisfazione di superare i boss è stata troppo appagante. Bellissimo.

2) GOD OF WAR RAGNAROK
Allora, io sono un fan della vecchia trilogia. Li conosco a memoria, giocati e rigiocati nel tempo, poi arriva il gow del 2018. Tanta euforia e sorpresa, ma anche delusione per quanto mi riguarda. Un gioco che aveva delle incertezze e mancanze, mascherate da un comparto tecnico grafico e sonoro di altissimo livello. Insomma si, un gioco abbastanza sopravvalutato ma dal potenziale enorme espresso pienamente in Ragnarok. Il gioco su ps5 gira che è una meraviglia, la storia e i personaggi hanno vita propria e Kratos finalmente emoziona, dando segni evidenti della sua redenzione. Un gioco immenso, divertentissimo ed emotivamente d'impatto. E' questo il gow che attendevo da anni.

1) ELDEN RING
Presente ad ogni appuntamento From e a questo più di altri. Forse il più bel gioco fantasy di sempre, un open world che funziona davvero e non limitato da sbilanciamenti di zone, una lore profonda e sofisticata a cui Martin ha saputo dare il giusto contributo (e si vede), dei posti meravigliosi da visitare, un art direction della madonna e un gameplay che aggiunge molte novità rispetto alla sua serie di riferimento (i souls). Un capolavoro assoluto che resterà impresso in molti giocatori e un punto di riferimento per i giochi a venire.

Ed ecco la mia top. Le prime due posizioni possono sembrare scontate a chi non ha giocato uno dei due titoli (o entrambi) ma ragà, quest'anno non c'è stata davvero storia. Ragnarok e ER, senza nulla togliere ad altri titoli, sono davvero dei gioielli e dimostrano quanto ancora di buono questo mercato sa dare ai suoi consumatori.

Detto questo auguro buone feste e buone top a tutti :)

Non ci sono interventi da mostrare 😔