Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Sviluppato da Quantic Dream, Detroit: Become Human è un gioco d'azione e avventura uscito il 25 maggio 2018 per PlayStation 4 · Pegi 18+ · Link: playstation.com

Immergiti in una visione inquieta della Detroit del futuro, dove umani e androidi conducono una fragile convivenza e le tue decisioni costruiscono la storia che ti circonda.

Esplora i numerosi possibili destini di ciascuno dei personaggi e guidali in una storia ramificata che li porrà davanti a complessi dilemmi personali e li costringerà a mettere in discussione la vera natura della loro esistenza.

Ogni decisione condurrà la storia verso conseguenze a volte minori, a volte catastrofiche. Una situazione valutata male potrebbe costare la vita di qualcuno, e non esistono seconde occasioni. Scegli con attenzione le tue mosse, tieni gli occhi aperti e cerca di restare in vita: dopotutto, l'istinto di sopravvivenza è ciò che ci rende umani.

8.8

Recensioni

79 utenti

Recensioni

8.8

Media dei voti
79 recensioni degli utenti

Tacitus_Flower

ha scritto una recensione su Detroit: Become Human

Cover Detroit: Become Human per PS4

An eye for an eye and the world goes blind

Titolo consigliatissimo. Non saprei neanche da dove iniziare per descrivere l'esperienza che è Detroit Become Human. Tralasciando l'ottimo comparto tecnico, il titolo presenta una narrativa eccezionale e sono contentissimo della eccellente evoluzione di quantic dream, che dopo il problematico Heavy Rain e un buon Beyond ha portato questa perla. Questo mese è gratuito col ps plus, quindi lasciarselo scappare è un crimine. Concludo il discorso elogiando ancora il comparto narrativo del titolo, che mi ha trasmesso una continua angoscia e mi ha fatto buttare giù qualche lacrima più di una volta. MUST HAVE

8

Voto assegnato da Tacitus_Flower
Media utenti: 8.8 · Recensioni della critica: 8.8

loci the stray

ha scritto una recensione su Detroit: Become Human

Cover Detroit: Become Human per PS4

I giochi di David cage o piacciono o non piacciono. Sono più storie interattive che videogiochi, ma a me, a piccole dosi son sempre piaciuti i suoi giochi. Questo detroit become human penso sia un piccolo gioiello, 3 storie che si intrecciano, tutte unite da una domanda: quando una macchina smette di essere tale? Il gioco vuol farti empatizzare con i personaggi, che di fatto sono tutte macchine, macchine che si ritrovano ad aver emozioni, esattamente come noi. Non so se le macchine saranno mai più che semplici macchine, ma il gioco intende andare oltre, ci fa interrogare sull'animo umano, sulla paura del diverso, portandoci ai giorni nostri, basti pensare a come vengano ancora oggi trattate in base alla classe sociale, alla provenienza ecc le persone come cittadini del mondo di serie a e di serie b, dove basta essere nato nel posto sbagliato per essere considerato inferiore e non aver pari diritti e ci riporta al nostro oscuro passato, l'accostamento alla tratta degli schiavi, all'olocausto è tangibile e ci fa interrogare su quanto sia facile rendere normali comportamenti spregevole, su cosa renda umani, automi o animali, se la nascita o il proprio modo di comportarsi. Detroit become human è per questo più di un gioco, è una piccola opera d'arte.

9

Voto assegnato da loci the stray
Media utenti: 8.8 · Recensioni della critica: 8.8

Alby5432

ha scritto una recensione su Detroit: Become Human

Cover Detroit: Become Human per PS4

Gioco non dico perfetto ma quasi.
Questo è il tipico gioco che o piace o non piace. Non c’è una via di mezzo secondo me. Personalmente adoro i giochi cosi, tipo un film interattivo con una grafica pazzesca una storia al top e musiche perfette.
Sicuramente tutti ormai sapete cosa tratta per cui io mi limito a dire che se volete un gioco che punti sulle emozioni e siete appassionati di scienza e futuro questo è il vostro gioco. Pazzesco. I sondaggi poi all’interno del gioco, sbloccare con i crediti ricevuti gli extra come voci, filmati bozzetti le varie possibilità di cambio di finali e storie è una cosa incredibile. Un gran lavoro

Drako

ha scritto una recensione su Detroit: Become Human

Cover Detroit: Become Human per PS4

Gioco di merda

In Detroit """giocheremo""" nei panni di 3 androidi differenti: Connor, Kara e Markus.

Connor è l'unico divertente, dato che farà la parte investigativa ed è stupidissimo. Ha una faccia da ritardato completo ma quando è serio mena come un falegname, quindi mi sta simpatico. Il suo compagno è il tenente Dante from the Devil May Cry series (Hank Anderson), tenente con tendenze suicide che comunque è molto simpatico.

Kara è fottutamente inutile non la sopporto tutta la sua storia è solo un modo per far venire i lacrimoni ai più scemi e non serve assolutamente a un cazzo, potete benissimo togliere tutta la vicenda di Kara e la trama continuerà ugualmente. Infatti la seconda volta in cui la userete in base a determinate scelte ve la potran uccidere subito, non fate come me ed eliminatela all'istante. Kara aiuterà una bambina a scappare dal padre drogato.

Markus, schiavo sessuale di Fedez neo-80enne, dopo aver PER SBAGLIO ucciso il figlio di quest'ultimo, verrà freddato dalla polizia e resusciterà per iniziare una rivolta degli androidi, che potrete decidere se fare in maniera pacifica o violenta. Non sto a dirvi quale delle 2 è più divertente.

Ho scritto "PER SBAGLIO" perché le possibilità di scelta che ti da sto gioco sono effettivamente molte, ma sono fottutamente ambigue. Appena il figlio di Fedez comincia a spintonarmi e a dirmi OOOH ANDROIDE DEL CAZZO MACCHINA DI MERDA UUUH AAAAAH COGLIONEEE UUUUUH io avevo 2 opzioni: "Stai fermo" oppure "Spingilo via", allora boh lo spingo a sto testa di cazzo e Markus lo spinge con la forza di un rinoceronte e il tizio sbatte contro una macchina e quasi si spezza l'osso del collo cioè ma cristo non c'era scritto SILURALO c'era scritto SPINGILO.
Questo è un problema che persiste in molte scelte di dialogo, dove anche quando credevo di rispondere normalmente il pg in realtà rispondeva come un ritardato bastardo, ma vabbè, David Cage merda.

David Cage merda perché sembra che abbia letto 20 pagine di un qualsiasi libro di Asimov e ci abbia fatto un videogioco sopra. La trama e le tematiche di questo gioco non aggiungono ASSOLUTAMENTE NULLA DI NUOVO al panorama, e la cosa peggiore è che non ci prova neanche. Da subito vediamo banalissime cose tipo "Gli androidi mi han rubato il lavoro", "è sbagliato che gli androidi non reagiscano ai maltrattamenti", "anche gli androidi sono vivi". E questa cosa è la stessa per tutto il gioco, è una semplicissima rivolta del cazzo, messa su un blu ray pieno di cutscene interrative e venduto a 60 euro un anno fa, se dovete giocarlo fatelo ora col plus, non spendete soldi.
Tra l'altro, se va giudicato come pellicola interattiva, anche qua raggiungiamo livelli bassissimi. Non c'è niente di nuovo neanche a livello cinematografico, è banalissimo cinema che cerca di essere commovente, ma estremamente prevedibile, non c'è assolutamente niente di profondo in tutto ciò, è tutto estremamente banale e riciclato, e non vuole neanche essere un omaggio, trovo solo che sia estremamente vanitosa come opera. Kara tra l'altro protegge una bambina per tutto il gioco, e questo ho capito che dovrebbe far capire alle altre 2 parti (Poliziotti e Androidi Ribelli), che gli androidi potrebbero benissimo vivere pacificamente con gli umani. Perché Kara ci tiene alla bambina e la ama come una figlia e la cosa è reciproca.
Però poi viene fuori che la bambina è un androide lol, bello vero? Ma che cazzo Cage come minchia scrivi scemo di merda, ma poi come lo giustifica sta cosa? "Eh...anche se hai scoperto che è un androide...non dirmi che non le vuoi più bene" wow, sono estremamente commosso, fantastico, Bravo Cage.

Senza contare gli inutili "quick time event" che non sono quick time event. Semplicemente ti fan premere dei tasti per fare azioni che ti fan andare avanti il filmato. Non servono a un cazzo, non sono scelte e non cambiano nulla. Non farmi premere dei tasti su dei filmati del cazzo, non è immersivo, fai l'effetto opposto, è solo una scusa per farlo sembrare un videogioco e non un film. E' la morte del videogioco questa, coglione di David Cage.

Non ci sono interventi da mostrare.