Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Daniel San condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere Daniel San, aggiungilo agli amici adesso.

Daniel San

ha pubblicato un'immagine nell'album Varie riguardante Yakuza 0

Grazie Miracle per le splendide emozioni che mi hai regalato. Woooo!

Daniel San

Mi sono reso conto di non aver pubblicato la mia top dei giochi che ho completato nel 2019, per cui lo faccio ora con qualche mese di ritardo, con tanto di stellette che rappresentano il mio indice di gradimento:

14) Spider-Man ★★★☆☆
Lo potrei definire come una piccola variazione sul tema degli Arkham. Il sistema di movimento è fantastico, la campagna è abbastanza coinvolgente e i gadget sono divertenti da usare. A difficoltà normale però l'ho trovato veramente facile e le attività secondarie, nonostante l'abbia platinato, sono noiosissime dopo un po'.

13) Monster Hunter World ★★★☆☆
Giocato da solo per le prime 10 ore, abbandonato perché non faceva per me. Ripreso dopo diverso tempo insieme a un amico che mi ha aiutato spiegandomi molte cose, e per un po' di tempo cacciare mostri e fabbricare nuove armi e armature era diventato una droga. Poi entrambi ci siamo dedicati ad altro e l'ho messo di nuovo da parte, anche se vorrei tanto provare Iceborne.

12) Bayonetta 2 ★★★★☆
Indubbiamente il miglior action puro che abbia giocato in questa generazione. Poco da dire: fluido, spettacolare, una gioia da giocare e da vedere.

11) Titanfall 2 ★★★★☆
Campagna breve ma di prima qualità, con trovate di gameplay veramente geniali per un FPS. Giocato a difficile, l'ho trovata azzeccata come difficoltà e se volete giocarlo vi consiglio di partire direttamente con questa. Ho provato anche a fare qualche partita online ma non mi ha preso più di tanto.

10) What Remains of Edith Finch ★★★★☆
Breve ma intenso, parte 2. Dura veramente uno sputo, circa due o tre ore, ma le 11 storie raccontate sono tutte di grande impatto e diverse tra loro anche in termini di gameplay. Veramente una perla.

9) BioShock ★★★★☆
Rigiocato a distanza di anni, è BioShock, non penso ci sia molto altro da dire. A livello di shooting addirittura l'ho ritrovato migliore di Infinite.

8) Uncharted Lost Legacy ★★★★☆
Praticamente Uncharted 4 ma più breve e più lineare, mi basta questo. rotfl

7) Dark Souls 3 ★★★★☆
Dopo il primo capitolo ho provato a giocare Dark Souls 2 tre volte, e tutte le volte, dopo 5-6 ore di gioco, ha finito per stufarmi. Più forte di me, non riesco a farmelo piacere. Così ho deciso di passare direttamente al 3, ed è stato subito amore. Più simile a Bloodborne in termini di velocità e impostazione del combattimento, dotato di alcune tra le musiche e le boss fight migliori della serie. Si è persa la genialità della mappa collegata del primo, ma la linearità di questo capitolo è sicuramente più coerente.

6) Sonic Mania ★★★★★
È bastata la traccia del menù per farmi capire che avrei amato questo gioco, e non sono stato smentito. Velocissimo, coloratissimo, i livelli sono tutti fantastici, le musiche sono pazzesche ed è pieno di segreti. Se non l'avete ancora giocato cosa aspettate?

5) Metal Gear Solid 2 ★★★★★
Ambizioso, geniale, visionario, metanarrativo, estremamente postmoderno e attuale. Finito con queste parole da copertina, posso dire che se non fosse per il comparto tecnico potrebbe essere tranquillamente scambiato per un gioco di questo periodo.

4) Super Mario Odyssey ★★★★★
Non posseggo né il gioco né la console, perciò l'ho giocato interamente da un amico. Abbiamo completato il primo finale qualche giorno dopo l'uscita del gioco, e ci siamo praticamente fermati. La scorsa estate ci siamo messi in testa che dovevamo completarlo al 100%, e menomale che l'abbiamo fatto. Nell'endgame il gioco esplode letteralmente, con tonnellate di nuove lune, livelli, regni e cose da scoprire. Il più bel parco giochi a tema Mario che esista.

3) Dark Souls ★★★★★
Come accennato nel commento su DS3, il modo in cui il mondo di gioco è collegato è veramente straordinario, e proprio per questo trovo un peccato che ciò non si verifichi fino alla fine. Fortunatamente l'ultima parte un po' rushata (specialmente Lost Izalith e quello schifo di Culla del Caos) non rovinano la maestosità di questo gioco. Atmosfera, direzione artistica, colonna sonora, varietà del combat system, boss fight (quasi tutte), lore, il già citato map design, tutto top tier.

2) Overwatch ★★★★★
Ed ecco il mio personale gioco multiplayer, nonché FPS, della gen. È una droga da cui sono riuscito a disintossicarmi a novembre, quando mi è scaduto il plus, ma ora sento di essere in astinenza, soprattutto dopo la notizia del nuovo eroe. Non credo si arriverà mai al bilanciamento perfetto, ma gli eroi sono tutti dannatamente divertenti da usare al punto che non ho un main. Riesce a divertirmi anche quando becco la squadra piena di imbecilli. Semplicemente fantastico, non vedo l'ora di tornare a giocarci.

1) The Legend of Zelda: Breath of the Wild ★★★★★
Il motivo principale per cui ho recuperato un Wii U. Qualcuno forse ricorderà la mia vicenda con gamestop, ma fortunatamente esiste questo giochino che non mi ha fatto pentire dell'acquisto. In quest'opera è racchiuso tutto ciò che cerco in un videogioco: senso di avventura, scoperta e piacere costanti, anche dopo 70 ore, libertà totale di esplorazione e di sperimentazione. Un classico senza tempo istantaneo.

Non ci sono interventi da mostrare.