Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

DAXLB93 condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere DAXLB93, aggiungilo agli amici adesso.

DAXLB93

ha pubblicato un link in L'angolo delle offerte

Nuovo volantone Gamestop LUGLIO 2019

DAXLB93

ha scritto una recensione su Fortnite

Cover Fortnite per PS4

Non un videogioco, ma un fenomeno POP

Parto dal presupposto che sono un videogiocatore old skool, non seguo le mode, e cerco di essere sempre il più obbiettivo possibile, senza farmi influenzare dai miei coetanei che etichettano questo gioco come la merda assoluta solo perché per strada i ragazzini ne emulano i balletti.

La modalità battle royale nasce, diciamocelo la verità, senza troppe pretese a novembre 2017. Apriti cielo: Fortnite crea dei numeri impressionanti, dati i suoi numerosi punti di forza:
in primis un gameplay leggero, free, immediato. Senza troppi fronzoli. Genialata la possibilità di un battle royale nel quale costruire e sparare (sicuramente uno dei motivi che hanno spinto il boom al gioco e che lo hanno reso particolare rispetto a tutto il resto del panorama br)
Una grafica cartoonesca con uno stile unico e facilmente riconoscibile, adatta a tutti
Un matchmaking intuitivo, semplice, efficace, immediato
Ma il mio voto schizza alle stelle per un semplice motivo: è stato il primo VERO punto d'incontro della storia dei videogame tra le varie console: potenzialmente potrebbero giocare in una stessa squadra un giocatore pc, un giocatore xbox e un giocatore ps4 (fino a poco tempo fa anche i giocatori switch potevano collegarsi a loro, possibilità tolta dato le numerose differenze in termini di hardware e di periferiche, su switch gira a 720 30, se si dovesse trovare di fronte un ps4 pro, un one x o un pc di fascia alta, sarebbe enormemente svantaggiato; difatti adesso switch gioca in multi con ios e android)
Questo gioco verrà ricordato secondo me negli anni a venire come il primo vero gioco cross platform di massa.
Fortnite è un vero e proprio fenomeno POP, che ha chiaramente segnato una generazione (ragazzini nati dal 2006 in poi) che comprano magliette, emulano balletti o comprano gadget. (un po' come facevamo noi "vecchietti" quando da bambini provavamo al parchetto l'onda energetica di goku, e compravamo i diari di dbz).
In conclusione, sono convinto che tra qualche anno sparirà anche tutto questo odio ingiustificato verso il gioco, un po' come sta avvenendo ultimamente con Minecraft (nel 2012-13 tutti a buttargli merda, etichettato come gioco per bambini, gioco stupido e inutile, adesso osannato da tutti e messo nell'olimpo della storia dei videogame al pari di tetris o super mario bros)

Non ci sono interventi da mostrare.