Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Cosa scegliere tra qualcosa che affascina ma con pochi sbocchi lavorativi e qualcosa che non entusiasma ma che assicura una vita agiata?

Risposta scelta dall'autore della domanda
4 Utilità

Anche io ti parlo da mia esperienza personale: faccio il programmatore informatico e, come puoi immaginare, gli sbocchi sono tantissimi e pure le tipologie di programmi e linguaggi su cui lavorare. Fino a sei mesi fa ho lavorato in un posto a tempo indeterminato con un'ottima paga, ma il lavoro che facevo e il programma su cui lavoravo non mi appagavano per niente, arrivavo a casa nervoso (complice anche il viaggio lungo, tre ore in totale ogni giorno con mezzi pubblici), non contento di come spendevo la giornata e dubbioso per il mio futuro. Dopo un anno e mezzo ho deciso di andarmene venendo assunto (mi era stato assicurato il posto dopo due colloqui) con contratto di apprendistato di due anni e mezzo con la stessa paga (avrei accettato anche leggermente di meno, ma sono stati gentilissimi i capi), un programma su cui mi piaceva lavorare e leggermente più vicino a casa.
Ad oggi non mi pento per nulla di questa scelta, quindi ti consiglio assolutamente di cercare qualcosa che ti piaccia e che ti renda felice a fine giornata, anche se non prendi quanto vorresti, col tempo si troverà sempre qualcosa di migliore e conta tantissimo fare esperienza all'inizio. Spero di esserti stato d'aiuto :)

Risposta scelta dall'autore della domanda
2 Utilità

Dipende da quanto non ti entusiasma. Se lo detesti proprio allora no, staresti male e saresti represso e ti direi di puntare su ciò che più ti affascina (ma anche qui bisognerebbe capire quanto limita i tuoi sbocchi lavorativi).
Se non ti aggrada piu di tanto ma comunque non ti pesa allora punta su ciò che ti garantisca una maggior sicurezza, con piu disponibilità economica puoi investire meglio in ciò che ti piace, sacrificando però parte del tempo da dedicare ad essa.

Risposta scelta dall'autore della domanda
2 Utilità

Assolutamente la cosa che ti appassiona. Se non lo farai ti posso assicurare che avrai il rimpianto per buona parte della tua vita, soprattutto quando vedrai chi invece ce l'ha fatta ed è stato più determinato di te. Se poi non riuscirai a trovare il lavoro dei tuoi sogni perlomeno potrai dire di averci provato in tutto e per tutto.


P.S.: aggiungo un consiglio: quando ti chiedi "e se va male?" poi fatti anche la domanda "e se invece va bene?".

Risposta scelta dall'autore della domanda
1 Utilità

Studio Inglese e Giapponese, decisamente la prima rotfl

 

@aresshio Lo sto studiando e mi sta appassionando tanto la lingua quanto la letteratura. Ad ogni modo se scegli lingue io penso ci sia una via di mezzo: accompagna ad una lingua "particolare" una comune in modo tale che, nel peggiore dei casi, ti getti nell'insegnamento dell'inglese/ spagnolo/ tedesco/ francese nei licei rotfl

Risposta scelta dall'autore della domanda
1 Utilità

Per quanto questi siano tempi difficili ti consiglio di fare quello che più di piace, o quanto meno di provarci. Mal che vada espatri e trovi comunque lavoro, ma partire direttamente con l'idea di fare qualcosa che non ti piace non va bene.
Io ho inseguito i miei sogni e nonostante abbia incontrato parecchie difficoltà alla fine son riuscita a realizzarmi, ti auguro di fare lo stesso, ma se non dovessi riuscirci pazienza potrai dire di averci provato.

Ps: ovviamente se sei in una brutta situazione economica ti direi di dare precedenza a lavorare in qualsiasi ambito, però se ne hai la possibilità fai quello che ti piace

Risposta scelta dall'autore della domanda
1 Utilità

Cosa scegliere...lavorare. Quindi se un lavoro ti piace e sei fortunato, punti a lavorare nel tuo campo, altrimenti come molti di noi fai il lavoro che ti capita. C'è chi sogna di diventare astronauta ma poi non ha i soldi per lo studio, quindi fa magazziniere, poi c'è il campo delle conoscenze, in alcuni posti se non conosci non entri nemmeno laureato, poi ci sono i lavori che ti fai il mazzo e guadagni poco. Ecco la vita agiata.ce l'hanno chi sta bene finanziariamente quindi chi ha aziende ecc. Ma ricorda che molti prima di diventare ricchi sono partiti dal basso e con lavoro e sacrificio sono riusciti a far lavorare migliaia di persone. La tua scelta comunque resta personale, nessuno può indirizzarti sulla retta via, quella la.scegli da te.

Risposta scelta dall'autore della domanda
0 Utilità

Una cosa da non sottovalutare è che vita agiata non significa solo soldi ma anche tempo libero e poco stress.

 

@Radioga Verissimo ma dipende anche una persona quanti interessi ha, se ne hai uno solo principale e lo fai coincidere col lavoro allora è perfetto.

Risposta scelta dall'autore della domanda
0 Utilità

Io lavoro nella pubblica amministrazione, ho avuto fortuna, non è un lavoro dei sogni ma ti puoi permettere un po' di tempo libero e comunque uno stipendio adeguato in base al settore dove riesci ad entrare...

Risposta scelta dall'autore della domanda
0 Utilità

al giorno d'oggi non so cosa tu intenda per lavoro che ti assicura una vita agiata.. soprattutto all'inizio della tua esperienza lavorativa (sinceramente la vedo un po' difficile). in ogni caso un lavoro in un settore che non serve crisi ha ovviamente più probabilità di fatto guadagnare e comunque di piacerti (fare il lavoro più bello ma che non ti fa mangiare non è comunque divertente)

Cosa scegliere tra qualcosa che affascina ma con pochi sbocchi lavorativi e qualcosa che non entusiasma ma che assicura una vita agiata?