Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Mastrocomputer condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere Mastrocomputer, aggiungilo agli amici adesso.

Mastrocomputer

ha pubblicato un video riguardante The Story Goes On

Spedita oggi la copia per i backer!
Ormai ci siamo quasi 😭😭😭
Intanto gustatevi il nuovo trailer...

Shenmue 3 Launch Trailer - The Story Goes On... (ESRB)

The latest trailer is now up! Relive the Shenmue III story beginnings and get introduced to some of the colorful characters you will meet as the story goes on! A must watch for all..

Mastrocomputer

ha scritto una recensione su Blaster Master

Cover Blaster Master per NES

Un illustre sconosciuto

Un po' Metroid (per la sua struttura e tanti riferimenti), un po' Metal Slug (per il carrarmato Sophia III), un po' Sonic Adventure (questa chi la capisce è più matto di me). Sta di fatto che Blaster Master sia indubbiamente un grandissimo titolo, per di più passato ingiustamente in sordina ed al giorno d'oggi quasi mai nominato. Già il fatto di essere un Metroidvania uscito solo un mese dopo l'originale avventura di Samus Aran è di per se un grande merito. Se a questo aggiungiamo la varietà data dalle sezioni sul Sophia e quelle a piedi (a loro volta suddivise tra visuale laterale o isometrica a seconda che ci si trovi nel overworld o all'interno dei dungeon), i numerosi potenziamenti, le diverse armi sia del veicolo che del blaster con diverse funzioni e che saliranno di potenza raccogliendo gli appositi upgrade (per perderla di nuovo se verremo colpiti), un eccellente Ost, un'ottima grafica, una buona longevità ed una giocabilità grandiosa otterremo il quadro completo di questo gioiello ad 8bit. Gioiello che però non è adatto ai deboli di cuore vista la sua difficoltà, le sole tre vite a disposizione, la mancanza di checkpoint, di una mappa e di un sistema di salvataggio o password. Non disperate però perché in vostro aiuto accorre il recente Blaster Master 0 per Switch (o 3DS) che mantiene inalterata la struttura dell'originale ma sopperisce a tutte le mancanze sopra elencate. Un lavoro egregio, un po' come quello svolto da Nintendo con Metroid e Metroid 0. Lo trovate sullo store per meno di dieci euro dove è presente anche una corposa demo gratuita. Se vi volete anche solo un po' di bene fatevi un favore e correte a scaricarlo.

8.7

Voto assegnato da Mastrocomputer
Media utenti: 8.7

Mastrocomputer

ha scritto una recensione su Screamer 2

Cover Screamer 2 per PC

Quando in quel di Milano ci sapevano ancora fare, la serie Screamer era un orgoglio Nazionale nel campo dei racing arcade. In particolare ho amato il secondo episodio, un gioco adrenalinico e divertente come solo i Maestri di casa Sega avrebbero saputo realizzare. Ottima grafica con perfino i riflessi (seppur non in tempo reale ovviamente) sulle vetture, comparto audio adrenalinico, quattro scuderie e vetture tra cui scegliere (cinque in totale) uno stile di guida arcade ed immediato e dei tracciati veramente particolareggiati e ben fatti, con anche degli elementi interattivi.
Diverse modalità di gioco con le quali intrattenersi tra cui Arcade, campionato, time attack e multiplayer.
Forse il suo difetto principale sta proprio nel numero non clamoroso di percorsi (solo sei), anche se ognuno di essi vanta la variante giorno notte, che ci costringono a ripeterli per tutti i campionati.
Dategli una possibilità se potete, ancora oggi è in grado di divertire e con DosBox gira alla grande anche sui pc attuali.

8.4

Voto assegnato da Mastrocomputer
Media utenti: 8.4

Mastrocomputer
Cover The Incredible Machine 2 per PC

The Incredible Machine 2, serie sviluppata da Dynamix e pubblicata dalla indimenticabile Sierra.
Fu uno dei miei primi titoli PC e lo ricordo con grande piacere. Il gioco ci vedeva intenti a risolvere “enigmi” con i mezzi a disposizione del giocatore. Ad esempio poteva chiederci di far arrivare una palla da Bowling all’interno di un secchio, di accendere dei computer, dar fuoco alla lampada di Aladino, far esplodere dei palloncini, rompere un acquario, mettere in gabbia un gatto, accendere un frullatore e Dio solo sa cos’altro. Tutto questo utilizzando i più disparati attrezzi del mestiere di scienziato pazzo, Forbici, corde, carrucole, torce, palle, razzi, gatti, topi, secchi, lenti d’ingrandimento, pietre focaie, cannoni, leve, detonatori, pistole laser e la chiudo qui o dovrei scrivere per giorni. Insomma avrete capito che la varietà e le sfide in bilico tra il geniale ed il folle non mancavano, lasciando una grandissima libertà alla fantasia di chi impugna il mouse. Tra l’altro era presente pure una modalità libera (la mia preferita) con cui pasticciare con tutti gli oggetti a disposizione per creare catene incredibili per fare le cose più strambe (o più semplici). La fisica era ottima per l’epoca (provate a far rotolare una palla da bowling o un pallone da calcio per vedere le differenze) e come se non bastasse nella modalità libera vi era perfino la possibilità di variare la gravità di gioco, da quella terrestre a quella lunare o perché no marziana. Per non farsi mancare nulla poi era presente perfino una modalità per due giocatori in cui aveva la meglio chi in meno mosse riusciva a completare il compito assegnato. Per me resta una grande serie che riusciva nel difficile compito di insegnare e divertire e che mi piacerebbe rivedere un giorno.

8

Voto assegnato da Mastrocomputer
Media utenti: 8

Non ci sono interventi da mostrare.