Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Marchiato condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere Marchiato, aggiungilo agli amici adesso.

Marchiato

ha aggiornato la sua collezione

Marchiato

Remastered in uscita imminente il 15 Aprile :D ...dopo 22 anni!
Chissà se vedremo mai un degno seguito di questa perla.

Marchiato

ha pubblicato un'immagine nell'album Varie

Con Raytracing e senza asd
In una settimana qui a Berlino si è passati da -18° a +18°.
Un bello sbalzo anche se è un freddo meno pungente di quello a cui ero abituato a Bolzano. È stata comunque la temperatura più bassa registrata da quando vivo qui (2015).

Marchiato

ha scritto una recensione su Song of Horror

Cover Song of Horror per PC

Sinfonia del terrore

Song of Horror è un survival davvero terrificante e pieno di tocchi di classe. Un'avventura che riesce a tenere col fiato sospeso per tutta la durata grazie ad un'atmosfera opprimente, una storia che intriga ed appassiona in crescendo ad ogni livello e degli enigmi davvero azzeccati (tranne uno asd).
Non è sicuramente un gioco adatto a tutti, anche perché obbliga spesso a leggere documenti per trovare una soluzione o a tornare indietro in cerca di illuminazioni, ma soprattutto perché fallendo con un personaggio lo si perde poi per sempre (questo nei due livelli di difficoltà più alti e che ritengo perfetti per l'esperienza). Una sorta di permadeath che però non è così frustrante come può sembrare inizialmente. Certo, questo fa si che ogni azione vada meditata molto bene e la morte può essere sempre dietro l angolo, ma l'ho trovata comunque una delle caratteristiche meglio implementate nei giochi di questo genere, ed è quello che alla fine fa la differenza. Quello che deve far bene lo fa egregiamente, e cioè tanta, tanta paura. Un obbligo per tutti gli amanti del genere a mio avviso.

Ad ogni livello avremo a disposizione 4/5 personaggi da scegliere con cui addentrarsi negli ambienti per indagare, e che però una volta morti scompariranno per sempre. Se falliremo con tutti bisognerà ricominciare il livello da capo. Ogni personaggio ha delle caratteristiche uniche come velocità, rilassatezza, forza fisica e discrezione. Il gioco studia il nostro modo di comportarci e cercherà di colpirci dinamicamente e in maniera differente ad ogni partita, così da non sentirsi mai al sicuro anche se si conosce bene la mappa.

Telecamera fissa, o semi in alcuni frangenti, ed esplorazione con raccolta oggetti stile primi Resident Evil con descrizioni molto curate, personaggi interessanti e, a differenza della maggior parte dei giochi sul genere, richiede molta attenzione, ingegno e prontezza di riflessi per la sopravvivenza.
Ha molti riferimenti a giochi storici come appunto Resident Evil o Silent Hill, piuttosto che al visionario Lovecraft o Poe, ma sempre mantenendo un suo stile, e tutto combinato con tanta passione. Gli stessi sviluppatori hanno dichiarato di essersi ispirati ai primi Silent Hill e Alone in The Dark.
Le inquadrature a volte non mostrano bene cosa si trova davanti a noi e il solo aprire una porta crea grande suspance, tutto studiato appositamente alla vecchia maniera e che contribuisce ancor di più ad accrescere l'ansia. Molto riuscito e importante anche il sonoro in generale e che, combinato al force feedback del controller, ci permette di capire se vi sono pericoli in agguato nelle vicinanze o dietro alle porte.

Il mio consiglio è quello di informarsi il meno possibile sul titolo se si ha intenzione di giocarci per non rovinarsi la sorpresa, e ce ne sono davvero tante, così da gustarsi al meglio questo viaggio cupo e davvero interessante nei risvolti.

Non ci sono interventi da mostrare 😔