Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Marchiato condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere Marchiato, aggiungilo agli amici adesso.

Marchiato

ha scritto una recensione su Vampyr

Cover Vampyr per PC

Jonathan il tuttologo

Un po' detective, un po' dottore, un po' scienziato, esperto d'armi e latin lover… ma anche un po' succhiasangue xd
Quest'avventura mi ha trasportato per oltre 30 ore in un'affascinante Londra all'inizio del 20° secolo. Tanto da scoprire e da esplorare e, per merito degli abbondanti dialoghi con dozzine di personaggi, tanti misteri da risolvere. Personalmente ho seguito la via del vampiro controcorrente, resistendo agli istinti e non mietendo quindi vittime per la sete di sangue. La difficoltà di per sé non é stata troppo elevata, ma ho dovuto scegliere con cura le abilità da potenziare visti i pochi punti a disposizione tramite le sole quest. La storia ed i vari personaggi che ci girano attorno tengono vivo l'interesse, e personalmente mi hanno messo diverse volte in crisi con le risposte ai dialoghi che vanno poi a cambiare gli eventi ed i rapporti nei vari quartieri. C'é davvero molto da leggere fra lettere, libri, documenti e gli stessi dialoghi con tutti i cittadini. Tutto tutto non lo sono stato a spulciare, pur essendo scritto bene, e non é comunque consigliabile schippare le chiacchierate, perché ci si ritrova a dover poi dare delle risposte decisive senza aver capito il filo del discorso e la domanda stessa, ma c'é un mucchio di materiale per approfondire sui legami tra i clan, curiosità ed eventi storici. Bel lavoro sotto questo aspetto. Questo porta via parecchie ore, e non é sicuramente da tutti, ma fa parte del gioco e di come si andrà a plasmare la città, quindi merita attenzione. Anche il finale soddisfa e va a chiarire molti punti chiave del gioco.
Nel complesso mi é piaciuto molto e mi ha ricordato a tratti quel capolavoro di Bloodline… da cui secondo me ha preso inevitabilmente spunto.

Marchiato

ha scritto una recensione su Hellblade: Senua's Sacrifice

Cover Hellblade: Senua's Sacrifice per PC

Nella mente di una guerriera

É stata un'avventura molto interessante che mi ha affascinato per il tipo di ambientazione. Tra realtà e mitologia, impersonando Senua, una guerriera celtica, ho trovato davvero riuscita la maniera in cui viene rappresentata la sua instabilità mentale. Psicotica. Le espressioni facciali fra le più rappresentative che ricordo di aver visto in un videogioco, e che riescono a trasmettere bene la sofferenza e gli stati d'animo della protagonista. Anche il sistema di combattimento l'ho trovato divertente e preciso. Peccato non ce ne siano molti, ma lo spunto é molto interessante. Col PC purtroppo alcune combinazioni aprono finestre e chat a caso su Steam, ma probabilmente c'é anche il modo di disattivarle asd
Guardando il trailer nel menu iniziale poi si capisce molto della storia con approfondimenti che durante il gioco magari si perdono, solo che contiene molti spoiler e va quindi visionato a fine avventura. Nel complesso consigliato e visivamente di grande impatto.

8.5

Voto assegnato da Marchiato
Media utenti: 8 · Recensioni della critica: 8

Marchiato

ha scritto una recensione su The Dwarves

Cover The Dwarves per PC

Chi nano ferisce... di nano perisce ^_^

Non sono molti i giochi che vantano protagonisti così nani e simpatici e, quando in alcuni mi si presenta la possibilità, una run con loro me la faccio sempre volentieri. Sono diretti, usano armi belle pesanti (tipo martelloni, mazzoni e ascioni xd), hanno spesso un umorismo che gradisco e si fanno sempre rispettare negli scontri.
Per merito della loro altezza vanno sempre molto aggressivi sulle rotule dei poveri nemici azzoppandoli con facilità, schivano agilmente gli attacchi e con lo scudo giusto diventano quasi intoccabili sisi
Vi consiglio di provarli se non lo avete mai fatto, non ve ne pentirete.
Detto questo "Die Zwerge" (Gli gnomi) questo il titolo in Germanico é un gioco strategico con elementi di ruolo, quindi non controlleremo direttamente il personaggio, ma gli assegneremo semplicemente ordini con i quali proverà a destreggiarsi per uscire vincitore dalle battaglie. Man mano che si procede si aggregheranno altri personaggi tipo elfi, umani, maghi o gran cavalieri oscuri, e che potremo scegliere di portare con noi negli scontri. Un massimo di 4 per ogni battaglia. Ognuno con le sue caratteristiche e che ci obbligheranno ad approcciarci in maniere differenti. In qualsiasi momento si può mettere il gioco in pausa ed assegnare ad ogni guerriero una serie di mosse normali o speciali che andranno poi ad effettuare in automatico. Salendo di livello si possono sbloccare nuove tecniche da impiegare e diciamo che questo dona abbastanza varietà agli scontri. Purtroppo tecnicamente non brilla e può succedere che i personaggi non reagiscano in maniera intelligente ai nostri ordini, oppure che si incastrino fra sassolini e sterpaglie, ma, passato il nervosismo iniziale, si riesce ad ovviare portando pian pianino il personaggio dove lo si vuole avere. La difficoltà é moto variabile, passando da quasi impossibile a gioco da ragazzi. Vi é comunque la possibilità di tararlo in qualsiasi momento anche a missione avviata. Quello che é riuscito bene in questo gioco é la maniera con cui vengono narrate le vicende del nostro eroe. C'é molto amore nelle descrizioni e dialoghi fra i personaggi, così come molta cura nelle ambientazioni. Verso la fine ci si affeziona ai personaggi che ci portiamo dietro e non mancheranno le emozioni per lo svolgersi degli eventi. Nulla di troppo profondo, ma gradevole comunque. L'utente @Gimmi mi faceva notare che si tratta di una trasposizione del libro ed infatti si nota come la storia sia molto definita fin dalle prime battute. Le battaglie le ho trovate ben inscenate anche se magari possono risultare un pochino ripetitive.. ma neanche troppo… dipende dal nostro approccio alla fine.

Ultima nota: W gli Gnomi e le birre medio/grandi rotfl

Marchiato

ha scritto una recensione su State of Mind

Cover State of Mind per PC

Cyber viaggio in un Cyber Thriller

Prendete una storia concepita molto bene, che pesca un po' qua e la nel genere, e conditela con le scelte forzate di cui ormai pochi giochi fanno a meno. Eccovi State of Mind! Un thriller fantascientifico ambientato in una distopica Berlino nel 2048. La partenza non sembra brillare per originalità ma, mano a mano che si procede, si ingarbuglia per benone restando però fortunatamente sempre comprensibile e appassionante.
Una storia triste a cui non mancano di certo i colpi di scena, passando per amicizie, amori, famiglia e tutti i dubbi che ne convergono.
Non mancherà neppure un pochino di Cyber-Sex asd
Mi sento generoso nei confronti di questo gioco poco conosciuto soprattutto perché personaggi e ambienti li ho trovati particolarmente ispirati. Non è che vi sia particolare interazione, anche se la poca che c'é è curata, ma doppiaggio e musiche sono sempre all'altezza e mantengono alto l'interesse del proseguo della storia. Una Cyber-Novel se vogliamo, con parte d'esplorazione per mettere insieme più indizi possibili, scelte di dialogo che vanno a cambiare i rapporti e qualche leggerissimo puzzle molto semplificato.
Può somigliare alla lontana al recente Detriot: Become Humans, piuttosto che a Matrix (il film, non le ciofeche di giochi xd), mettendoci in più del suo.
Un punto e mezzo in più per il doppiaggio che immerge molto di più che stare a leggere i sottotitoli, e un altro punto e mezzo in più per la confezione che comprende adesivi, portachiavi, cartoline e un manuale colorato che descrive bene tutti i personaggi che incontreremo nel gioco ...di questi tempi sono sempre più rare, soprattutto per titoli così di nicchia.

Non ci sono interventi da mostrare.