Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.
Immagine di sfondo Premi sull'immagine e trascinala per spostarla

Su Fighting World (Comunità)

Stanza dedicata ai picchiaduro in generale, dai 2D ai 3D, dai competitivi ai non. Se vi piacciono i picchiaduro, se vi interessano, se volete provare a giocarli o siete già nel campo da tempo, entrate e fate come volete... Anche prendervi a pugni!

STREET FIGHTER III



http://fc04.deviantart.net/fs22/f/2007/346/8/1/SF3_Teaser___Colors_by_UdonCrew.jpg



Il terzo capitolo numerato della saga arriva finalmente nel 1997 con Street Fighter III: New Generation, sviluppato sul nuovo CPS3, che da una nuova potenza e fluidità alle animazioni e alla grafica in generale, seguito da altri 2 titoli. Contando tutti e tre quindi si avrà:
Street Fighter III: New Generation (1997), il primo vero sequel di SFII che vede un roster e un gameplay totalmente rivisti. Tra i 12 personaggi infatti solo 2 sono vecchie glorie, ovvero Ryu e Ken, mentre i restanti 10 sono nuovi e originali, ovvero Alex, protagonista di turno, Necro, Dudley, Yun, Yang, Ibuki, Elena, Sean, Oro e Gill, il boss finale. Il gameplay prevede invece l'implementazione del sistema di "Parry", ovvero della parata improvvisa che può dar vita ad un contrattacco, e le EX Move, semplici mosse speciali potenziate usando la barra del Super, oltre alla rimozione della parate aerea e della rotolata.
Street Fighter III: 2nd Impact (sempre nel 1997), sottotitolato Giant Attack, vede l'aggiunta di di Hugo, gigante di Final Fight, Uriel e il ritorno di Akuma, oltre che ad un cambio di move set per Yun e Yang, rendendoli diversi in cofronto al primo titolo in cui avevano le mosse simili. Oltre a ciò vediamo il ritorno dei bonus stage, un sistema di "difesa dalle prese" e le "azioni personali", provocazioni che danno benefici ai singoli personaggi.
Street Fighter III: 3rd Strike (1999), sottotitolato Fight For The Future, è il continuo della storyline e la versione finale del gioco che prevede nuovi personaggi, tra cui il ritorno di Chun-Li e l'arrivo degli originali Makoto, Remy, Q e Twelve, oltre a nuovi stage, nuove voci ed effetti, sonori e grafici, ed un nuovo "sistema di giudizio", che da punti speciali e benefici a chi lotta in un certo modo, che sia in attacco, in difesa o altro.



Trama:
In quanto a trama questa serie di capitoli è molto slegata dal resto della saga e, tra essa e i suoi personaggi "troppo diversi e strani", per ciò è stato classificato tra i meno belli del franchise, anche se uno dei migliori per quanto riguarda il gameplay.
Si parla dell'ascesa di un'organizzazione segreta chiamata Illuminati, capitanata da Gill (boss finale del gioco), che ha osservato e manipolato gli eventi mondiali per oltre 2000 anni, dedicandosi alla salvezza dell'umanità e alla creazione di una nuova utopia. Gill, 22enne, divenne presidente dell'associazione per scelta dei membri della setta a causa di una leggenda che narra il ritorno dell'Imperatore degli Illuminati tramite una reincarnazione. Egli era stato scelto come corpo scelto per tale reincarnazione ma Urien, il vice-presidente, non contento di ciò, affrontò Gill per il posto di presidente. Questo portò alla vittoria di Urien, che diventò così presidente degli Illuminati, ma anche alla rinascita dell'Imperatore, che fece diventare Gill loro Imperatore e Messia e Urien sempre e comunque un "numero 2". Questo portò quindi all'ascesa dell'organizzazione, tra acquisizioni e manipolazioni di ogni tipo di organizzazione mondiale, che sia politica, sociale, militare o altro, Shadaloo inclusa, in modo da rendere essi i padroni e salvatori del mondo dopo la catastrofe che colpirà il pianeta rovina che gli Illuminati avevano già profetizzato da tempo. Tale rovina, come spiegherà poi Gill a Yun, uno dei partecipanti al torneo da lui organizzato, sarà data dalle due forze terrestri che in futuro si sbilanceranno: Gill l'Imperatore ha infatti il potere di bilanciare perfettamente le due forze, del fuoco e del ghiaccio, in modo da ottenere un corpo potente e pressochè perfetto che riuscirà a trarre in salvo un esiguo numero di umani da lui scelti dando a loro un bilanciamento perfetto nella futura "terra promessa". L'organizzazione cominciò quindi la realizzazione di esseri superiori, o super-soldati, tramite esperimenti genetici con un progetto segreto chiamato "G-Project", da cui nacquero creature come Necro e Twelve, ed è per questo che Gill creò il terzo World Warrior Tournament, in modo da scegliere quelli che per lui erano gli umani degni di stare al suo fianco e di ripopolare il mondo dopo la catastrofe. Tutto questo però non cambiò molto da quello che faceva la Shadaloo, ovvero esperimenti, rapimenti, attività criminali ecc. Ciò infatti portò al torneo molte persone decise a sconfiggere e mettere fine alla tirannia degli Illuminati:
- Alex, protagonista del gioco. Senza genitori, entrambi deceduti, vive con l'amico del padre Tom, un militare veterano che lo allenò nella sua palestra in uno stile di lotta militare da lui rifinito. Egli entra nel terzo torneo mondiale perchè lo sponsor, Gill, ferisce mortalmente Tom dopo uno scontro, a detta di quest'ultimo, leale. Dopo il consenso del mentore, che lo lascia andare per dare libertà di scelta al suo pupillo, egli viaggiò per vendicarsi e mettere fine ai piani di Gill. Il viaggio lo porta quindi a sconfiggere ogni lottatore del torneo fino allo scontro con Gill, che riesce poi a sconfiggere, ma non a uccidere, anche se ne ha la possibilità. Dopo aver fermato i piani di Gill e libero da ogni senso di vendetta egli, nella strada per tornare a casa, incontra Ryu che, immerso nel suo solito viaggio di crescita mentale e fisica, sfida il nostro protagonista in un duello, duello che Alex perde clamorosamente. Ryu lo rassicura e gli consiglia di continuare la sua strada senza arrendersi davanti a nessuno. Tornato a casa Alex scopre che il suo maestro/padre è tornato in ottima salute durante la sua assenza.
- Chun-Li, presente solo dal 3rd Strike, partecipa al torneo come agente della ICPO per recuperare una ragazzina rapita dagli Illuminati, più precisamente da Urien (presidente attuale degli Illuminati, fratello di Gill e possessore dei poteri della terra) che era sotto la sua custodia, oltre che, ovviamente, sventare i piani dell'associazione e arrestare i capi. Ebbe poi successo sconfiggendo Urien e mettendo fine agli Illuminati grazie anche alla sconfitta di Gill per conto di Alex.
- Ibuki, ragazza ninja inviata dagli anziani del suo clan per la ricerca dei file riguardanti il "G-Project", file poi dati intenzionalmente da Gill a causa del progetto già avviato. Dopo il "successo" ottenuto cerca l'eremita Oro per ricevere il riconoscimento da ninja del suo villaggio e passare ad un grado successivo. Continuerà la sua vita in un'università in cui creerà un club di ninja.
- Dudley, ricco pugile gentiluomo che entra nel torneo con il solo scopo di recuperare la Jaguar di suo padre presa da Gill. Non vincerà il torneo ma riavrà la macchina sotto richiesta di Gill e, tornato in patria, otterrà il titolo di campione nazionale e di "Sir".
Gli altri personaggi non rimangono molti rilevanti nella storia generale, come Ken, ora padre di Mel e maestro di un ragazzo brasiliano di nome Sean (oltre che del proprio figlio) che incontra in questo terzo torneo sconfiggendolo e incitandolo al duello contro Ryu, o come lo stesso Ryu, in continuo viaggio per mettersi ala prova sconfiggendo Ken e Alex, creando un'alleanza temporanea con il gigante Hugo e allenandosi, dopo aver subito una sconfitta, con l'eremita Oro, uno dei personaggi più misteriosi e potenti della saga. Di esso infatti non si sa molto della sua presenza nel torneo, oltre al fatto che è un vecchio eremita praticante di Senjutsu in cerca di un successore, quello che poi dovrebbe essere Ryu. La cosa sicura è che Oro, dopo aver sentito un aura di pericolo attorno ai fatti successi alla fine del torneo, trovò e duellò contro Akuma, un Akuma ancora più forte grazie al continuo viaggio e alla continua distruzione che porta con sè grazie al suo stile di lotta omicida, in uno scontro inconcludente finito poi in parità a causa dell'immensa potenza dei due.
Molte cose rimangono ancora in sospeso vista l'assenza di un vero seguito di questa storyline (SFIV è un prequel), come la fine degli Illuminati, di Urien e di Gill. Quest'ultimo infatti, dopo esser stato sconfitto, ma non ucciso, da Alex, venne distrutto brutalmente da Akuma e dal suo Shun Goku Satsu (lo stesso metodo con cui lo stesso Akuma uccise Bison) prima del suo incontro con Oro. Peccato che, dopo la scomparsa di Akuma, Gill tornò in vita grazie all'immenso potere del Messia, capace anche dell'abilità della Resurrezione, sparendo poi dalla circolazione senza lasciare tracce.



Esiste anche un manwha (fumetto coreano) dedicato a SFIII in cui vi sono anche personaggi di SFII, come Guile o Bison, e varie sottotrame, e in manga, sempre di SFIII, dedicato a Ryu. Non hanno fatto nessun anime o film a riguardo, come invece hanno fatto con gli altri titoli della saga.




------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------



STREET FIGHTER IV
http://i46.tinypic.com/5djew7.jpg



Dopo ben 10 anni dall'ultimo titolo della saga numerata, ecco che nel 2009 (2008 negli arcade giapponesi) arriva il quarto gioco della saga principale che, come ogni capitolo, porta con sè numerose variazioni e migliorie, dallo stile grafico alle aggiunte/eliminazioni nel gameplay, sfruttando la potenza dell'hardware di PS3 e Xbox360, e successivamente PC. Ambientato prima di SFIII e dopo SFII, anche questo quarto SF possiede diverse versioni ed espansioni di cui una ancora di imminente uscita (senza contare l'uscita di diversi anime e fumetti):
Street Fighter IV (2009), uno dei titoli più venduti e acclamati della saga, questo quarto capitolo è capitanato dal producer attuale Yoshinori Ono che voleva, per SF, un ritorno alle origini. Essi infatti non solo tornò cronologicamente a SFII, facendone del IV un seguito diretto, ma unì anche il vecchio gameplay e diverse meccaniche da SFII e III, come le prese, i taunt, le EX Moves o i bonus stage (ricordate l'abbattimento della macchina in SFII?), con altrettante innovazioni, come le Ultra Combo in aggiunta alle Super Moves, mosse finali con sequenze cinematiche fattibili con una nuova barra apposita, i Focus Attacks (o Saving Attacks in Giappone), tecnica a carica fattibile con i due medi che sopporta un colpo avvesario per poi contrattaccare, il Focus Cancel, un Focus Attack cancellabile con Dash che spreca 2 barre (su 4) di Super ma che interrompe l'attacco in modo da eseguirne poi un altro rapidamente, e il Quick Stand, che permette di rialzarsi subito dopo aver subito un certo tipo di atterramento. Questo capitolo, infine, venne molto acclamato per la lista di personaggi presenti e per la storyline, che rivelava la presenza e quindi "la salvezza" del maestro di Ryu e Ken, Gouken, creduto morto dal primo Street Fighter. Oltre a Gouken (personaggio segreto sbloccabile, e ai già citati Ryu e Ken, ritroviamo poi il ritorno di tutti i personaggi presenti nei primi SFII, compresi i "Quattro Re" della Shadaloo e Akuma (altro personaggio segreto sbloccabile), altri aggiunti nelle sole versioni console, ovvero Rose, Sakura, Gen e Dan dall'Alpha e Cammy e Fei Long dal II , più "un paio" di nuovi arrivi, ovvero Abel, Crimson Viper, El Fuerte, Rufus e Seth, boss finale del gioco. In più il titolo portò un cambio totale di stile grafico, abbandonando il 2D in stile manga e abbracciando quello in 2.5D (gameplay 2D con poligoni e sfondi 3D) con disegni "a pittura".
Super Street Fighter IV (2010), una delle edizioni/espansioni più grandi della saga, questa versione rinnovata porta così tante novità da far sembrare SFIV un gioco tutto nuovo. Nuovi menù, nuove modalità online e non, come l'Endless Battle, il Team Battle o il Tournament, nuovi stage, ben 10 personaggi aggiuntivi, di cui 2 nuovi, nuovi costumi e colori, nuovi bilanciamenti, una seconda Ultra Combo per ogni personaggio e il continuo della trama. I 10 personaggi vedono ben 8 ritorni e 2 personaggi originali: Makoto, Dudley e Ibuki dal SFIII, T.Hawk e Dee Jay dal II, Adon, Guy e Cody dall'Alpha (gli ultimi due arrivano più precisamente da Final Fight) e i nuovi Hakan e Juri, quest'ultima personaggio principale della trama. Di questa versione vi è anche l'edizione 3D per 3DS, uscita nel 2011.
Super Street Fighter IV Arcade Edition (2011), compreso di varie patch (2012 e 2014), è l'espansione del Super che porta su console le modifiche apportate negli arcade giapponesi, ovvero un ri-bilanciamento totale nel gameplay e l'aggiunta di 4 personaggi: i fratelli Yun e Yang da SFIII e Ryu e Akuma nella loro versione finale di possessione dal Satsui no Hado, ovvero Evil Ryu e Oni Akuma.
Ultra Street Fighter IV (2014), quarta ed ultima espansione che apporta numerose modifiche nel gameplay e nel bilanciamento, oltre all'aggiunta di nuovi lottatori, nuovi stages e nuove features, modalità e miglioramenti vari nei menù e nell'online. Tra le novità nel combat system troviamo; un nuovo tipo di Focus Attack, il Red Focus, che, con l'aggiunta del tasto "Pugno debole" agli altri due tasti del Focus, permette un attacco più potente e che atterra istantaneamente l'avversario, sfruttando però una barra EX in più; la Ultra Combo Double, terza scelta nella selezione delle Ultra Moves, che permette la realizzazione di tutte e due le Ultra nello stesso match, al costo però della metà del danno originale delle mosse singole; infine il Delayed Standing, una funzione simile al "Tactical Recovery" di Capcom vs SNK 2 che varia il tempo di wake-up dei personaggi atterrati con la pressione di due tasti, esattamente l'esatto contrario del Quick Stand. Tra i personaggi figurano invece quattro presenze già viste in Street Fighter X Tekken, ovvero Elena di SFIII, Hugo da SFIII/Final Fight, Rolento da SF Alpha2/ Final Fight e Poison da Final Fight, con una nuova ed originale aggiunta: Decapre, clone di Cammy creato da Bison con l'ausilio dello Psycho Power. Anche i sei nuovi stage sono stati ripresi da SF X TK, ovvero Jurassic Era Research Facility, Cosmic Elevator, Half Pipe, Blast Furnace, Pitstop 109 e MadGear Hideout. Per quanto riguarda le altre novità vediamo le modalità Eliminazione e Allenamento Online, le nuove feature quali l'Edition Select, con il quale si può decidere lo stile di bilanciamento di ogni espansione in cui il personaggio scelto e comparso, l'invio di video dei match su Youtube, una configurazione migliorata dei tasti, così com'è migliorato il comparto online e le funzionalità del network. A fine 2014 è stata rilasciata un'ulteriore patch con la quale è stata aggiunta anche una nuova modalità nell'Edition Select chiamata Omega Mode, che cambia totalmente il combat system e il moveset di ogni singolo personaggio, e una nuova serie di Prove della Sfida chiamate Ultra Prove, oltre al solito aggiornamento dei bilanciamenti.



Trama:
Ambientato diversi mesi dopo SFII, vediamo una Shadaloo ormai sull'orlo del declino a causa della sconfitta di Bison per mano di Ryu e Akuma. Seth, C.E.O. della S.I.N., divisione bellica della Shadaloo, riesce a scampare a tale crollo e continua i progetti e gli esperimenti insieme alla sua divisione, esperimenti di cui lui stesso ne è una cavia. Egli infatti è il quindicesimo dei 26 corpi-esperimento, o meglio "super soldati", creati dalla Shadaloo con i dati di ogni combattente dei tornei già disputati usati come corpi di riserva per la reincarnazione di Bison, cosa che rende Seth uno degli esseri più potenti della Terra ma sopratutto il più umano tra i corpi in questione perchè dotato, a suo dire, di una "propria umanità" e di dati altamente sviluppati (si fa chiamare infatti "the Puppet Master"). Con l'aiuto di Juri Han, una mercenaria in possesso del Feng Shui Engine nell'occhio sinistro, macchinario simile al Tanden Engine situato nella pancia dei super soldati, Seth compreso, quest'ultimo crea un nuovo torneo per attirare così non solo i vecchi combattenti e quindi i loro dati, ma Ryu e il suo Satsui no Hado, tassello finale per il completamento del suo progetto, il BLECE Project (Boiling Liquid Expanding Cell Explosion), un arma di distruzione di massa basata sull'uso dell'energia "ki". Tra i combattenti "in gara" che coprono un ruolo importante nella storia principale vediamo, oltre ai già citati Seth e Juri, quest'ultima inizialmente inviata a distruggere le Bambole rimaste di Bison e fermata, alla fine dell'opera, da l'intervento di Cammy:
- Abel: "l'uomo senza passato". Affetto da amnesia, è un mercenario francese alla ricerca dei sopravvissuti della Shadaloo... O almeno così crede. Egli infatti non è altro che uno dei tanti corpi creati da Bison del tutto simile a Seth, il primo per la precisione (scelto da Bison stesso) e l'unico non numerato. Durante il torneo incontra Guile, amico della persona che molto tempo prima salvò la sua vita (Charlie), con cui si allea dopo uno scontro iniziato dal militare, insieme ad una Chun-Li ancora in missione alla ricerca di Bison e dei sopravvissuti alla Shadaloo (rapita e poi liberata dalle grinfie di Vega grazie all'aiuto di Gen, il suo maestro, e Guile), per cercare di fermare la S.I.N. e Seth. E' qui che Abel scopre la sua vera identità, sconfiggendo uno dei corpi-cloni di Seth e incontrando Bison in persona, tornato in vita dopo i fatti avvenuti nel II.
- C. Viper: talpa della C.I.A., si infiltra come agente della S.I.N. e del progetto BLECE in modo da investigare su di esso e consegnare alla giustizia i dati e le prove della sua esistenza. Rimasta l'unica della sua squadra C.I.A. ancora in vita e in possesso di una Battle Suit creata dalla S.I.N., essa partecipa al torneo sotto le direttive dell'ultima organizzazione appena accennata per testare Ryu e liberare il Satsui no Hado, scontro "bloccato" da Cammy, che cercò di bloccare Ryu dal combatterla, ma senza successo, vista la trasformazione di Ryu in Evil Ryu che obbliga C.Viper alla fuga nella base S.I.N. e finire così la sua missione principale, missione non compiuta a causa della fulminea azione di Cammy e Chun-Li nel prendere i dati, della sua copertura ormai saltata e della distruzione della base.
- M.Bison: accennato nella storia di Abel, egli viene resuscitato prima del tempo, quindi con un corpo più debole del normale, dopo aver saputo dei piani di un Seth ormai totalemente autonomo. Partecipa al torneo per cercare il suo ex-alleato e continuare il progetto da lui iniziato, sconfiggendo ogni persona che gli si presenta davanti, compresa Juri, la quale sfrutterà l'occasione per tradire Seth. Arrivato alla base di S.I.N. egli trova Seth alle prese con Abel e, approffitando del momento, uccide il capo della S.I.N. e rivela la vera identità di Abel oltre che il piano che sta dietro a tutti quei corpi. Durante la sua fuga dalla base incontra Rose, arrivata lì durante il suo viaggio nel cercare risposte sulla sua nascita, sullo Psyco Power e i piani di Bison, il quale attacca Rose facendola svenire e rapendola, assorbendole ultime energie malefiche Psyco in lei rimaste. Egli decise così di usare il suo jet per andarsene, ma non prima di uno "scambio di ostaggi" con Guy, il cosidetto "ninja in sneakers" venuto in soccorso per Rose, che cede, appunto, il suddetto jet per trarre in salvo la ragazza, lasciando libero Bison.
- Ryu: iscritto al torneo come tappa del suo viaggio di crescita e come "scusa" per re-incontrare l'amico/rivale Ken, (iscritto sotto consiglio della moglie ancora incinta), ancora non sa del piano di Seth e della possessione del Satsui no Hado. Durante il torneo incontra vecchie conoscenze, come lo stesso Ken, la sua ammiratrice Sakura e il suo rivale storico Sagat, al quale aveva promesso un rematch. Dopo aver passati ogni turno sconfiggendo ogni avversario, Ryu arriva nella base S.I.N. per le finali contro Seth, o meglio una copia di esso (mentre originale è alle prese con Abel e Bison), in cui viene attivato il progetto BLECE a causa dell'attivazione del Satsui no Hado da parte di Ryu, che sconfigge il clone ma che viene messo in difficoltà dall'arma distruttiva in azione che assorbe il suo ki. E' in quel momento che Sakura, arrivata lì per cercare Ryu, cerca di aiutarlo, ricevendo soltanto un colpo dalle potenti pulsazioni energetiche del ki del lottatore il quale, nell'osservare la scena, riesce a sfuggire al potere del Satsui no Hado e del BLECE, distruggendo quest'ultimo con un potentissimo Shoryuken e fuggendo con Sakura (più Dan e Blanka, "di passaggio" perchè amici e "accompagnatori" di Sakura), mettendo così fine al progetto. Ma il destino di Ryu non finisce qui...
Egli infatti incontra il suo vecchio maestro Gouken, creduto morto da anni per mano di Akuma. Il maestro non solo si fece vedere per mettere alla prova i suoi allievi dopo tutto questo tempo, ma uscì allo scoperto anche per bloccare e sigillare il potere del Satsui no Hado di Ryu con il "Potere del Nulla", che infatti "annulla" tale potere di Ryu rendendo quest'ultimo incosciente. E' qui che arriva Akuma, che sfida il fratello una volta per tutte per decidere a chi affidare il destino di Ryu (chiamato "cucciolo" o pupillo/erede dai due) e del Satsui no Hado. L'esito è sconosciuto, ma in seguito si vedrà un Ryu libero dall'aura oscura che lo tormentava da tempo e la presenza dei due fratelli ancora vivi, cosa che fa presumere un pareggio.
Con la fine di S.I.N. e Seth e con la salvezza di Ryu dale grinfie dell'oscurità e di Akuma, Gouken si congratula così con i suoi due allievi, lasciandoli liberi dai vincoli di "maestro-allievo" e chiamandoli "uomini cresciuti", ma non prima di insegnare le ultime tecniche del Denjin Hadouken e del Shin Shoryuken, presenti in SFIII. Essi tornano così a casa, salutando Sakura, Dan e Blanka, ormai amici e alleati dopo il loro incontro durante il torneo, di ritorno ognuno a casa propria, in nave, dopo aver perso e dopo aver assistito alla distruzione della base S.I.N.
- Decapre: clone di Cammy e componente della squadra di Dolls comandandata dal potere psichico M.Bison (squadra nella quale figuravano anche Juli e Juni di SF Alpha), viene attaccata e sconfitta da Juri dentro la Shadaloo e portata nella base della S.I.N. insieme alle sue compagne per l'avvio dei vari esperimenti di Seth. Al risveglio, essa si ritrova rinchiusa dentro una camera di stasi, libera dal controllo di Bison ma delle sue memorie, ora confinate in dolorosi flashback che le mostrano immagini sconnesse di Cammy e del rapimento appena subito da S.I.N. In uno stato di confusione e rabbia, Decapre esce dalla camera e parte alla ricerca di Seth e Cammy. Scovato il primo, Decapre gli si avventa contro piena di odio, sconfiggendolo, ma nel momento in cui essa è pronta per ucciderlo definitivamente viene bloccata dall'arrivo di Cammy. In quel momento, Decapre entra in un altro stato di "berserk", attaccando la soldatessa dei Delta Red con l'intenzione di ucciderla, ma il suo corpo, ormai straziato, la blocca. Cammy cerca di aiutarla e di capire il suo stato, ma Decapre la ferma togliendosi la maschera e mostrandole il suo volto sfregiato. A quel punto fa la sua comparsa M.Bison, che avvisa Cammy dell'imminente morte di Decapre a causa del processo del "dead man's switch" (già conosciuto con Juni e Juli in SF Alpha 3), che logora la mente da lui controllata dopo la rimozione, appunto, del suo controllo. Dopo aver stretto la mano di Cammy in punto di morte e di conseguente calma, Decapre viene portata via da Bison e, rimessa in una camera di stasi, pensa "Va tutto bene. La tua sorellona è qui".



Gli altri personaggi sono solo marginali per la storia o hanno comunque storie singolari e personali che sono al di fuori degli avvenimenti principali, come Rufus, lottatore dalla grande parlantina che vuole sfidare Ken per toglierli il titolo di miglior lottatore degli USA, Dhalsim, sempre in lotta per salvare il suo villaggio, o altri che cercano nel torneo solo una scusa per far accrescere la fama del loro stile di lotta e della loro patria, come Hakan, Zangief, El Fuerte, E.Honda o il Dan citato prima, per guadagnare soldi, come Makoto, o per semplice divertimento, come Ibuki, Cody, Yun e Yang.




------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------



STREET FIGHTER EX



http://www.fightersgeneration.com/games/streetfighter-ex-groupshot.JPG



La prima versione 3D (o meglio 2.5D) di Street Fighter, uscita negli arcade giapponesi di Sony ZN nel 1996, è uno spin-off totalmente slegato dalla serie e sviluppato da un team esterno, Arika. I giocatori, non contenti del cambio di stile, di ambientazione e di compagnia sviluppatrice, "snobbarono" un po' questo nuovo SF, ma il gameplay, rimasto comunque quasi invariato grazie ad un battle system simile alla serie Alpha e quindi in un sistema 2D, fecero di questo gioco un semi-successo, dando così ad Arika il "potere" di sviluppare altre versioni e sequel, facendone così una serie. I titoli usciti infatti sono 3 con relative versioni Plus, uscite per Playstation e Playstation 2:
Street Fighter EX (Arcade, 1996)
Street Fighter EX Plus (Arcade, 1997)
Street Fighter EX Plus Alpha (PlayStation, 1997)
Street Fighter EX2 (Arcade, 1998)
Street Fighter EX2 Plus (Arcade/Playstation, 1999)
Street Fighter EX3 (PlayStation 2, 2000)

Come accennato prima, il gameplay, senza contare lo stile grafico, rimane molto simile ai capitoli Alpha, come l'esecuzione delle mosse speciali e Super, con queste ultime che possiedono la solita barra tripla, a parte per un paio di scelte aggiuntive come la "Guard Break", mossa imparabile che, sprecando la barra Super, spezza la guardia dell'avversario facendolo tentennare, o il "Canceling" (o "Super Canceling"), con il quale si può bloccare la mossa speciale o una Super Combo per eseguire un ulteriore Super Combo. Questo per quanto riguarda il primo titolo della serie, mentre gli altri due portano un paio di aggiunte alla ricetta originale: il secondo capitolo aggiunge le "Excel Combos" (dove Excel" è l'abbreviazione di "Extra Cancel") con cui il giocatore entra in uno stato di "cancel continuo" e con il quale può eseguire diverse mosse, che siano normali, speciali o super, in continua successione e connessione per un periodo limitato; nel terzo invece vediamo la rimozione del "Guard Break" per far spazio al "Surprise Blow", simile al colpo prima accennato ma ora parabile (in piedi) ed eseguibile senza l'uso della barra Super, e un nuovo sistema di Tag Team, simile a giochi come Tekken Tag Tournament, basato sul "Critical Parade", sistema che permette ai giocatori di sfruttare la barra Super per cambi di personaggio, mosse di coppia, e "donazioni di Super", o meglio chiamata "Emotional Flow", con il quale un giocatore sconfitto passa la sua barra Super rimanente al compagno.
Oltre a ciò però possiamo notare anche un grande numero di personaggi originali, oltre alle icone della serie, ma il tutto senza una vera trama di fondo: tra i soliti Ryu, Ken, Chun-Li, Zangief, Dhalsim, Guile, Sakura, Bison e Akuma nell'EX e nell'EX Plus/Alpha, Blanka e Vega nel 2 e Sagat e Evil Ryu nel 3 in aggiunta ai personaggi del primo, vi sono anche Pullum, Hokuto, Doctrine Dark, Cracker Jack, Skullomania, Blair, Allen, Kairi, Darun e Garuda (boss finale insieme a Bison) nel primo, Sharon, Hayate, Nanase, ShadowGeist, Vulcano Rosso e Area nel secondo e Ace nel terzo in aggiunta ai lottatori prima elencati.



24 ottobre 2013 alle 18:19

Condiviso da Guglielmo F. Giulio e altri 2.Piace a 7 persone