Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Richard Croft condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere Richard Croft, aggiungilo agli amici adesso.

Richard Croft

Deadpool non delude!
Trashata assoluta da amare in ogni secondo della sua durata.
Non ero sicurissimo di Reynolds dopo l'ABORTO di Lanterna Verde (ed in generale la sua faccia non mi convince ma qui sta coperto per quasi tutta la durata del film quindi).
Geniali le infinite citazioni agli altri film Marvel e gli Easter Eggs nascosti.

SPOILER EASTER EGG:

Stann Lee come Dj del locale di striptease è uno spettacolo.

Richard Croft

Appena tornato dal cinema dopo aver visto The Danish Girl.
Che dire,
film straordinario ed estremamente potente. Riesce a trasmettere un messaggio tanto forte con un semplicità ed un eleganza esemplare. Una bella storia d'accettazione verso se stessi ma anche d'amore; quel tipo d'amore che ti fà andare oltre l'apparenza e combattere fino alla fine. Dovremmo tutti prendere esempio da Lily ed accettarci per quello che siamo. Perché infondo siamo tutti un po Lily.

Richard Croft

Ok, ho appena visto The Visit e che dire. Rivoglio indietro la mia ora e mezza di vita sprecata. Che Shyamalan dopo aver sfornato un capolavoro come Il Sesto Senso si sia dato pesantemente alla droga iniziando a sfornare "pseudo thriller-horror" dal colpo di scena finale l'avevamo capito ma che abbia cambiato pusher per aver sfornato 'sta roba è una certezza; l'idea alla base è carina ma ovvia quanto una suora vergine: i nonni strani che in realtà non sono i tuoi veri nonni ma pazzi fuggiti dal manicomio più vicino. Ai primi minuti del film avevo già capito come finiva. La sceneggiatura è imbarazzante dir poco, con dialoghi e situazioni privi di qualsivoglia senso di sopravvivenza: hai appena scoperto che quelli non sono i tuoi veri nonni, con tanto di cadavere appeso all'albero dietro casa, e ti siedi comodamente in salotto a giocare a yahtzee con loro? Ma dico scherziamo? La scena del nonno che gli spalma il pannolino sporco sulla faccia del bimbo poi, da premio oscar. Che dire, idea carina ma sviluppata di merda (siamo in tema), attori minorenni odiosi e più complessati dei finti nonni.
Opinione finale: c'è qualcuno che sborsa davvero roba per produrre sta roba?

Richard Croft

Visto il remake di Poltergeist.
Che dire, il primo non era male; visto a distanza di 30 anni, in lingua originale, riesce a tenerti attaccato allo schermo fino alla fine. Ma cos'è questo? un patetico, vuoto e superficiale remake per tentare di accaparrarsi una fetta di pubblico adolescenziale? (...Rhianna Pratchett sei tu?). Ne avevamo davvero bisogno? Il cast è soporifero e non solo causano una sempre crescente antipatia fino alla fine (io speravo che squartavano la bambina dai primi minuti) ma risulta anche poco credibile e "forzato". Stanno recitando e sembra quasi che lo facciano anche di 'malavoglia'; il padre in primis "Ridammi mia figlia..." con una credibilità ed una capacità comunicativa pari alla nostrana Asia Argento. Il film prosegue in fretta ed in maniera sbrigativa rendendo tutto cosi finto e poco coinvolgente. Nessuno stava realmente credendo a quello che stava facendo. Nemmeno il regista. Qualche scena si salva solo grazie agli effetti speciali ma stanno spacciando per horror qualcosa che in fondo horror non è. Ed il film si conclude con quella sensazione di amaro in bocca, di 'sprecato' per quello che realmente si sarebbe potuto fare. Evitatelo come la morte. Uno di quei film che ti fanno avere paura 'non' al cinema, ma 'del' cinema.

Non ci sono interventi da mostrare.